La rete 6G consentirà la trasmissione degli odori – VIDEO

6G è il nome della nuova generazione di reti wireless che secondo le stime degli esperti comparirà verso il 2030. Una rete che comprende servizi e applicazioni che oggi non immaginiamo ancora, come ad esempio la telepresenza olografica e la trasmissione degli odori.

rete 6g
(Pixabay)

Una nuova generazione di reti wireless compare circa ogni dieci anni. Il 5G è stato formalmente lanciato nel 2020, per questo le stime ci dicono che il 2030 sarà l’anno del varo del 6G. Naturalmente la transizione sarà graduale, e già nei prossimi anni inizieremo a vedere nuovi tipi di applicazioni tra cui la telepresenza olografica e la trasmissione di dati olfattivi. Potremo trasmettere ai nostri contatti in tutto il mondo i buoni odori, e anche quelli cattivi!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>Smartphone più veloci su reti 4G e 5G: c’è un’esclusione eccellente

Tra gli altri servizi che il 6G potrà abilitare ci sono le auto a guida autonoma. Secondo il nostro esperto, Marco Giordani dell’Università di Padova, queste auto non possono ancora funzionare con il supporto del 5G, ma il 6G porterà una radicale innovazione su molti fronti.

Reti 6G, per gli esperti arriveranno nel 2030

rete 6g

Marco Giordani è un ricercatore e professore a contratto presso l’Università di Padova. Ha conseguito il Dottorato in Ingegneria dell’Informazione nel 2020, ed ha svolto periodi di ricerca presso la New York University nel 2016, e il Toyota InfoTechnology Center di Mountain View in California nel 2019.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Elon Musk si autoproclama “technoking” di Tesla

Nella sua ricerca, studia e progetta protocolli per reti di comunicazione wireless di nuova generazione (5G e 6G). Marco è co-fondatore e realizzatore di contenuti per il canale YouTube ICTea, che si occupa di divulgazione scientifica nell’area delle telecomunicazioni e della tecnologia.