YouTube cambia ancora: importante update in arrivo su Android

Altre novità in arrivo su YouTube, questa volta in esclusiva per l’app mobile di Android. Si stratta della trascrizione dei video

A distanza di qualche settimana dal lancio su desktop, pare che Google sia pronta a rilasciare un importante aggiornamento anche per l’app mobile di YouTube. Almeno per il momento, in esclusiva per i possessori di un device Android. Ma non per tutti, a quanto pare.

youtube android 20220313 cellulari.it
Google ha preparato una importante novità che andrà a riguardare YouTube su Android (Adobe Stock)

Stando alle segnalazioni arrivate in rete,  infatti, solamente alcuni utenti avrebbero già ricevuto la novità sui propri smartphone. Altri sarebbero ancora in attesa, con un criterio adottato da Big G che non è stato compreso del tutto.

YouTube introduce la trascrizione dei video su Android

youtube android 20220313 cellulari.it
Arrivano le trascrizioni in tempo reale dei video, al momento non ancora per tutti e solo in lingua inglese (Screenshot)

La novità in questione è la trascrizione dei video, già introdotta su desktop qualche settimana fa e che ora si appresta ad arrivare anche su Android. Il tutto può essere avviato in un qualsiasi momento del video, ma solo se disponibile. Come si poteva immaginare, infatti, almeno per ora è disponibile esclusivamente in lingua inglese. Ogni 5 secondi verrà visualizzata una riga diversa di trascrizione, anche se c’è chi afferma che l’intervallo sarà variabile e non a cadenza regolare.

Come si può vedere nello screenshot, spunterà un box con scritto “Show Transcript”. Cliccandoci sopra, si aprirà una nuova sezione dalla veste grafica simile a quella dei commenti. Sulla parte sinistra vengono indicati i secondi nei quali viene pronunciata una determinata frase, mentre a destra ci sono le trascrizioni vere e proprie. Facendo tap su una specifica tempistica, il player del video mostrerà il momento esatto nel quale il protagonista del video pronuncia la frase.

Non resta dunque che attendere e capire in che modo Big G sta gestendo il rollout di tale funzionalità. Per ora sono pochi gli utenti ad aver ricevuto l’update su Android, ma tutto lascia pensare che si procederà in maniera graduale per soddisfare tutti i possessori di device top di gamma.