YouTube e il ban a Donald Trump: l’azienda annuncia una novità

Novità per ciò che riguarda il ban di Donald Trump da YouTube, avvenuto dopo l’assalto di Capitol Hill. Tutti i dettagli

trump youtube
Trump e il ban da YouTube: ci sono novità (Getty Images)

L’ormai ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump sta vivendo uno dei periodi più bui di tutta la sua carriera. Dopo aver perso le Elezioni Usa 2020 – ai danni del democratico Joe Biden – il tycoon ha fatto partire una campagna d’odio e violenza, culminata con lo storico assalto di Capitol Hill.

Da quel giorno, i principali social network presenti in rete si sono dissociati dalla sua figura, bannandolo ed eliminando ogni suo post. Twitter prima, e poi a ruota Facebook, Instagram e YouTube hanno preso provvedimenti di vario genere. Proprio parlando di YouTube, la piattaforma ha fornito ulteriori novità in merito alla sospensione del canale ufficiale di Donald Trump.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dopo Parler anche Telegram finisce nel mirino di Apple?

YouTube, ban a Donald Trump esteso di una settimana

Insegna YouTube Mr. Beast
La decisione ufficiale di YouTube comunicata da un portavoce della piattaforma di proprietà di Google (Pixabay.com)

Il canale YouTube ufficiale di Donald Trump sarà bannato per un’altra settimana: ad annunciarlo la piattaforma stessa, che ha deciso di bloccare ogni contenuto almeno fino al prossimo 27 gennaio 2021. Intervenuto alla CNBC, un portavoce ha svelato: “Il canale in questione non potrà né pubblicare nuovi video né avviare live streaming, alla luce delle preoccupazioni circa potenziali violenze”. Inizialmente, il ban era valido fino alla giornata di ieri mercoledì 20 gennaio, ma la piattaforma di proprietà di Google ha deciso di agire diversamente.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Google Lens festeggia un importante traguardo sul Play Store

Sono giorni molto intensi in questo senso, nei quali è avvenuta la cerimonia d’insediamento della nuova amministrazione alla Casa Bianca. Washington ha vissuto attimi di panico, completamente blindata per paura di una nuova rappresaglia da parte dei sostenitori del tycoon.