Xiaomi sdoppia il suo flagship e sfida Apple e Samsung con Mi 11 Ultra

Xiaomi pesca dal cilindro due smartphone di fascia alta, ingrossando la proposta mobile del 2021. A catturar l’occhio è però Mi 11 Ultra, il flagship premium pronto a combattere contro Apple e Samsung.

Xiaomi Mi 11 Ultra
Il doppio display di Mi 11 Ultra

Xiaomi rinvigorisce la linea Mi 11 con ulteriori tre dispositivi, variamente indirizzati secondo differenti segmenti di utenza. Una prova di forza, quella del produttore cinese, intenzionato a duellare ad armi pari in tutte le principali fasce di mercato ed entrando a “gamba tesa” nel settore degli smartphone dal costo di oltre 1.000 euro. Di seguito le principali peculiarità distintive dei terminali presentati qualche ora addietro.

XIAOMI MI 11 ULTRA

Dopo Mi 11 Lite, Xiaomi toglie i veli al suo secondo smartphone Android top di gamma del 2021: si tratta di Mi 11 Ultra, definito dalla stessa azienda come il “flagship premium” e perciò destinato ad inserirsi in un segmento di mercato ancor più blasonato rispetto al tradizionale modello in commercio. Il dispositivo è già stato al centro di molteplici indiscrezioni e, come anticipato a più riprese, farà sfoggio di un retro in ceramica e, soprattutto, di un secondo display AMOLED da 1,1 pollici incastonato nel gruppo fotografico: una soluzione indubbiamente innovativa, tramite la quale sarà possibile visualizzare le notifiche e scattare selfie utilizzando la fotocamera principale.

Vale la pena restare ancorati a quest’ultimo settore, giacché trattasi del punto maggiormente distintivo di Mi 11 Ultra. Il produttore cinese ha infatti deciso di dotare il proprio smartphone del generoso sensore GN2 griffato Samsung, il primo in assoluto a condensare la dimensione monstre di 1/1.12 pollici, affiancato per l’occasione da un accurato sistema di messa a fuoco laser e da una mappatura di profondità a 64 zone. Non trascurabile è altresì la presenza della lente periscopica da 48 megapixel con zoom ottico 5X e zoom digitale fino a 120X e una fotocamera ultra-grandangolare – sensore Sony IMX586 di Sony – da 48 megapixel con campo di visione di 128 gradi. A dar contezza delle potenzialità balistiche della fotocamera di Mi 11 Ultra è DxOMark, che ha posizionato il nuovo smartphone Xiaomi al primo posto nella speciale graduatoria relativa ai dispositivi mobile.

Xiaomi Mi 11 Ultra riprende le medesime linee guida del modello tradizionale, elevando la scheda tecnica in un po’ tutti i principali settori. Si pensi, ad esempio, al display Super AMOLED E4 di Samsung da 6,81 pollici ricoperto da vetro Corning Gorilla Glass Victus con frequenza di aggiornamento a 120Hz e picco di luminosità massima da addirittura 1.700 nit, oltre che l’immancabile audio stereo firmato Harman Kardon. Ragguardevoli sono invece le aggiunte al modulo batteria, impreziosita da una costruzione in nano catodi di ossido di silicio di seconda generazione che permettono di incrementare di 10 volte la capacità di stoccaggio dei tradizionali catodi di grafite, con consequenziali benefici in termini di densità di energia e contestuale eliminazione di problematiche sottese ai circuiti lunghi.

Tale accorgimento va a braccetto con la nuova tecnologia di raffreddamento a liquido, altra caratteristica distintiva di Mi 11 Ultra: l’originale copertura in gel termico dello Snapdragon 888 è stata rimpiazzata da Xiaomi con un materiale macromolecolare a cambiamento di fase, così da garantire più efficienza e una migliore gestione delle temperature. Il flagship del colosso cinese è inoltre l’unico dispositivo della serie Mi 11 a mettere in mostra una ricarica turbo da 67 W e la certificazione IP68 per la protezione contro acqua e polvere.

Xiaomi Mi 11 Ultra sarà commercializzato in Europa nella versione con a bordo 12GB RAM LPDDR5 e 256GB di storage interni al costo di 1.199 euro. Da valutare il listino relativo al mercato italiano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> E’ possibile minare Bitcoin con un Game Boy – VIDEO

Arriva anche Xiaomi Mi 11i, il flagship ancora più economico

Xiaomi Mi 11i
Mi 11i si colloca a metà strada tra Mi 11 Lite e Mi 11

Se sul Vecchio Continente non arriverà Mi 11 Pro – modello per inciso ad esclusivo appannaggio della Cina – Xiaomi ha pensato bene di rimpinguare la gamma Mi 11 con un terzo dispositivo collocato nel segmento top di gamma. Contrassegnato dal suffisso “i”, il nuovo smartphone dell’azienda si colloca a metà strada tra la versione Lite e quella più tradizionale. Emblematico, in questo senso, il medesimo pannello Samsung E4 Flat AMOLED da 6,67 pollici “condito” da frequenza di aggiornamento da 120Hz e lo spessore di appena 7,8 millimetri.
Un dispositivo che strizza l’occhio agli amanti dell’estetica e promette di replicare la stessa esperienza d’uso di Mi 11, grazie anche alla piattaforma hardware Snapdragon 888 di Qualcomm e ad una tripla fotocamera principale da 108 megapixel. Lo smartphone è realizzato in vetro e può fregiarsi della presenza di un triplo microfono incastonato sotto la scocca, accorgimento necessario per migliorare la qualità della cattura dei video, peraltro immortalabili fino alla risoluzione 8K.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tifosi allo stadio, la FIGC presenta Mitiga: i dettagli dell’app

Xiaomi Mi 11i sarà disponibile in Europa al prezzo di partenza di 649 euro nelle versioni con 8 gigabyte di memoria RAM e 128GB di storage interni. Le colorazioni disponibili saranno tre (Celestial Silver, Frosty White, Cosmic Black), mentre non sono ancora noti i listini italiani.