Xiaomi 12S Ultra sfida iPhone 13 Pro Max: è davvero più performante?

Lo scorso anno ha messo in fila Samsung ed Apple per oltre un semestre. Il 2022 di Xiaomi è all’insegna della consacrazione. Con il nuovo flagship 12S Ultra, il colosso pechinese alza ulteriormente l’asticella, sfidando Apple sul suo campo: la fascia alta.

Xiaomi 12 S Ultra 20220708 cell
Xiaomi 12 S Ultra – Adobe Stock

Lo Xiaomi 12S Ultra è figlio di una rivoluzione nel comparto fototografico, con un sensore da 1” che si è soliti vedere nelle fotocamere prosumer, piuttosto che negli smartphone. La domanda sorge spontanea: questa mossa vale il sorpasso all’iPhone 13 Pro Max?

Nel faccia a faccia, i parametri sono quelli della qualità della fotocamera, certo. Ma anche nei termini di prestazioni e velocità complessiva. Xiaomi 12S Ultra è dotato dell’ultimo processore Snapdragon 8+ Gen 1 accoppiato con un innovativo sistema di dissipazione della testa, che potrebbe rivaleggiare con il chip Apple A15 Bionic all’interno dell’iPhone.

Comparto fotografico da urlo vs. integrazioni di un ecosistema

Xiaomi 20220708 cell
Xiaomi – Adobe Stock

Lo schermo curvo di Xiaomi 12S Ultra contro quello piatto iPhone 13 Pro Max è a gusto. E, come direbbero i maestri latini: de gustibus non disputandum est. Due processori di prim’ordine sia sullo Xiaomi sia su Apple, si parla di livello altissimo, ma la RAM gira più velocemente su Xiaomi. Che utilizza un un sensore della fotocamera più grande.

L’iPhone è sempre campione della batteria e resta tale, anche se la velocità di ricarica è molto più elevata su Xiaomi. Che, di contro, porta lo smartphone a un usura più rapida rispetto all’iPhone 13 Pro. Il costo di Xiaomi è minore rispetto all’ultimo Melafonino.

L’iPhone 13 Pro Max si fa preferire per il design proprio di Apple, l’incredibile durata della batteria, un display super luminoso con ottimi colori, prestazioni più veloci di qualsiasi altro smartphone e, soprattutto, la migliore qualità video di qualsiasi telefono. Ma se i pro sono abbastanza evidenti, lo sono anche i suoi lati oscuri.

All’iPhone 13 Pro Max manca troppo la ricarica rapida e sono in tanti che l’hanno snobbato non per le sue prestazioni, ma per quelle dimensioni un po’ così, che fanno fuoriuscire, e neanche di poco, il Melafonino dalla tasca, difficile reggerlo su una mano, senza dimenticare una pesantezza un po’ troppo borderline. La modalità Cinema è qualcosa di molto performante, ma necessita di una rifinitura. Nessuna USB-C rende la vita più complicata.

Per quanto riguarda il software, è Android 12 con MIUI 13 contro iOS 15. MIUI ha preso in prestito alcuni elementi da iOS e sembrerà abbastanza familiare anche agli utenti Apple, per cui è un po’ difficile paragonare qualcosa di quasi simile.

Apple ha il sopravvento con gli aggiornamenti, tuttavia, poiché gli iPhone ottengono in genere tra 5 e 6 anni di importanti aggiornamenti del sistema operativo. Nessun telefono Android può eguagliarlo.

Xiaomi colpisce per l’impressionante sistema di fotocamere e quella ricarica super veloce, iPhone con il suo iOS familiare e le integrazioni dell’ecosistema (con iMessage, Apple Watch, AirPods e altri gadget) rendono più facile il suo uso. La differenza sta nell’esperienza. La tua.