Whatsapp contro Telegram: chi vince la sfida dei messaggi?

Whatsapp audio
Per usufruire della nuova funzione, bisognerà avere l'ultima versione del software (Pixabay)

Whatsapp contro Telegram: chi è l’app di messaggistica più bella del Reame? Scopriamo pro e contro delle applicazioni più utilizzate sui nostri smartphone.

Stiamo parlando dei due sistemi più utilizzati al mondo per scambiarsi messaggi scritti, audio, video, documenti e molto altro. Da una parte ci sono i 2 miliardi di utilizzatori di Whatsapp, che fa parte della galassia di Facebook e che Mark Zuckenberg, inventore e proprietario della piattaforma social, vuole sempre più integrato. Sull’angolo opposto invece c’è Telegram, progettato dal russo Pavel Durov e che in soli 6 anni, contro i quasi 12 del concorrente, è arrivato ad essere scaricato da oltre 400 milioni di utenti.

LEGGI ANCHE –> https://www.cellulari.it/conversazioni-whatsapp-registrate-intercettabili-sicurezza/

Whatsapp contro Telegram, lotta tra giganti

Come in ogni sfida le due applicazioni hanno cercato di migliorarsi continuamente, stimolati dalle novità introdotte dall’avversario. Ma oggi chi è il migliore? Proviamo a scoprirlo.

Perché scegliere Whatsapp

Il primo vantaggio, superiore a Telegram, è quello dell’ampiezza degli utilizzatori: con oltre 2 miliardi di utenti è facile trovare le persone sulla piattaforma e interagire. Nel corso degli ultimi anni è stata introdotta anche la crittografia end-to-end in tutte le chat per renderle sicure e non tracciabili, mentre risulta ancora molto utile il sistema delle spunte, per verificare che i messaggi siano stati letti. Naturalmente è possibile creare gruppi e liste broadcast, utili per condivdere dati con determinate persone all’interno della propria rubrica. Whatsapp ha introdotto per prima la possibilità di effettuare chiamate audio e video, mentre solo nel corso dell’ultimo anno ha dato la possibilità di scambiare anche documenti diversi da foto e video.

Whatsapp (Pixabay)
Whatsapp (Pixabay)

Esiste anche la possiblità di utilizzare l’applicazione web, ma con il limite della vicinanza dello smartphone, una forma di sicurezza che però può essere limitante se si utilizzano più postazioni diverse tra loro. Nel corso del 2020 è stata inoltre potenziata l’opzione business: stanno nascendo canali di aziende che offrono informazioni e supporto ai propri clienti.

Perché scegliere Telegram

Questa applicazione è più giovane e per questo più “aggressiva”. L’obiettivo iniziale è stato quello di offrire un sistema di messaggistica sicuro, non intercettabile. Con il passare degli anni Telegram si è evoluto, offrendo nuove opzioni. Ha preceduto Whatsapp nella nascita dei canali e nella possibilità di scambiare file, sempre nella massima sicurezza. Dal punto di vista business la piattaforma è avanti al diretto concorrente, anche per la possibilità di personalizzare al massimo il testo dei messaggi, oltre che per un’applicazione web superiore a quella del concorrente.

Telegram (Unplash)
Telegram (Unplash)

Dal punto di vista multimediale il 2020 è stato un anno di grande innovazione per Telegram. Oltre alla possibilità di inviare audio di diversi formati, è stata introdotta anche la chiamata video, teoricamente ancora in versione beta, ma nella pratica perfettamente funzionante e veloce.

Chi la spunta tra le due? Come sempre, in questi casi, non c’è un vincitore netto: per la grandezza del numero di utenti Whatsapp rimane un dominatore, ma Telegram, grazie alla sua capacità di aggiornarsi velocemente, ha avuto un incredibile incremento di crescita che lo sta rendendo sempre più un’alternativa affidabile.

LEGGI ANCHE —> https://www.cellulari.it/realme-7i-snapdragon-662-90-hz/