WhatsApp annuncia la novità per gli account: come dovrebbe funzionare

Arriverà a brevissimo un’altra novità per ciò che riguarda la verifica degli account di WhatsApp. Ecco come dovrebbe funzionare

whatsapp
Presto WhatsApp potrebbe implementare una nuova funzione per la verifica degli account (Getty Images)

Tante altre novità in arrivo su WhatsApp. Gli sviluppatori della piattaforma di messaggistica numero uno al mondo sono scatenati, e stanno attirando a sé nuovi utenti a suon di feature aggiuntive e importanti modifiche al proprio servizio. Vi abbiamo parlato solo pochi giorni fa dell’app per iPad in fase di sviluppo e a breve disponibile per tutti.

Stando a quanto riferisce il portale di esperti WABetaInfo, sono già partiti i test su Android per una nuova funzione che andrà ad interessare coloro che creano un nuovo account. Se fino ad oggi la verifica avveniva tramite l’inserimento del numero di telefono e la ricezione di un codice a sei cifre tramite SMS, tra non molto potrebbe esserci un nuovo iter da seguire. Ecco come dovrebbe funzionare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Privacy: le applicazioni iOS che raccolgono più dati personali (e le alternative che ne tracciano meno)

WhatsApp, la verifica dell’account avverrà tramite una chiamata

WhatsApp termini di servizio
Su Android sarà possibile ricevere una chiamata di pochi secondi (AdobeStock)

Secondo quanto riportato dagli esperti di WABetaInfo, tra non molto WhatsApp dovrebbe implementare un metodo tutto nuovo per la verifica dei nuovi account. Non più il tradizionale codice a sei cifre ricevuto via SMS, ma una vera e propria chiamata di qualche secondo. Il funzionamento del sistema sarà in realtà molto semplice e ancor più intuitivo. Basterà infatti inserire il proprio numero da associare al nuovo account, dopodiché WhatsApp effettuerà una chiamata di qualche secondo alla quale non sarà necessario rispondere.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> TIM, giugno con Giga Illimitati White. Ma non solo: all’orizzonte la Serie A di calcio

In questo modo – sottolinea il blog WABetaInfo – i sistemi dell’applicazione di messaggistica saranno in grado di accedere al registro delle chiamate per confrontare l’ultima voce, senza utilizzare i dati ottenuti per nessun altro motivo. I test pare siano già partiti su Android, e molto probabilmente la feature sarà disponibile solo per il sistema operativo di Google.

Da sempre iOS nega a qualsiasi applicazione di leggere la cronologia delle chiamate per questioni di sicurezza. Ancora non è chiaro se verrà fatta un’eccezione per il nuovo sistema di verifica di WhatsApp o se per iPhone si continuerà ad utilizzare il classico codice a sei cifre ricevuto via SMS.