WhatsApp cambia informativa, garante privacy avverte: “Non è chiara”

Dopo che WhatsApp ha cambiato informativa sulla privacy, anche il Garante per la protezione dei dati personali è intervenuto sul tema

whatsapp
WhatsApp e la nuova informativa sulla privacy, interviene il garante (Getty Images)

Da qualche giorno, WhatsApp è al centro di diverse discussioni e sta vivendo uno dei periodi più bui della sua storia recente. Dopo aver aggiornato l’informativa sulla privacy e obbligato gli utenti ad accettarla per continuare ad usufruire del servizio, stanno continuando a piovere critiche sul colosso di Zuckerberg.Continua l’esodo degli utenti verso nuove piattaforme, che stanno approfittando del momento.

Intanto, anche in Italia il Garante per la Protezione dei dati personali ha deciso di intervenire sul tema. Tramite il sito ufficiale del GDPD, ha spiegato come il tutto sia poco chiaro, tanto da spingerlo a rivolgersi al Board Europeo. “Il messaggio utilizzato da WhatsApp per comunicare i cambiamenti che avverranno dal prossimo 8 febbraio non è chiaro. Bisogna valutare attentamente ciò che c’è scritto, alla luce della disciplina in materia di privacy” si legge nella nota.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Samsung Galaxy Unpacked, tutti gli annunci di oggi

WhatsApp, garante privacy si rivolge al Board Europeo

whatsapp
Si rivolgerà al Board Europeo (Pixabay)

Il Garante per la Protezione dei dati personali italiano ha deciso di rivolgersi al Board Europeo, l’ente che riunisce tutte le autorità private per il trattamento dei dati personali. La nuova informativa sulla privacy di WhatsApp – a sua detta – è infatti stata comunicata agli utenti in maniera ben poco chiara e intellegibile, e va valutata con molta attenzione. “Il Garante ritiene che, a causa dei termini di servizio e dalla nuova informativa poco chiara, sia impossibile per gli utenti evincere quali saranno le modifiche introdotte dal prossimo 8 febbraio” ha dichiarato sul sito ufficiale.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Xiaomi Mi 11 diventa un drago nelle mani di un ingegnere – VIDEO

La nota poi continua: “Il Garante si riserva il diritto di intervenire per tutelare gli utenti italiani. L’obiettivo è quello di far rispettare la disciplina in materia di protezione dei dati personali”.