Visore di realtà aumentata con feedback tattile alla bocca: tutto sull’ultimo progetto

Alcuni ricercatori in Pennsylvania stanno lavorando ad un visore per la realtà aumentata in grado di indirizzare il feedback tattile alla bocca

Una tecnologia a tratti rivoluzionaria e che porterebbe la realtà aumentata ad uno step successivo. Stando a quanto emerso, un team di scienziati in Pennsylvania starebbe lavorando ad un prototipo di visore in grado di indirizzare il feedback tattile alla bocca.

realtà virtuale 20220502 cellulari.it
La realtà virtuale si prepara a fare uno step successivo grazie al lavoro di alcuni ricercatori in Pennsylvania (Adobe Stock)

Questo vuol dire che anche labbra, denti e lingua potrebbero ricevere sensazioni realistiche. Sarebbe così possibile, tra e altre cose, baciare nel metaverso in maniera mai così reale. Per arrivare a questo punto, gli esperti hanno adattato un VR alla tecnologia aptica.

Come funziona il visore con feedback tattile alla bocca

realtà virtuale 20220502 cellulari.it
L’obiettivo è far arrivare il feedback tattile anche alla bocca, tramite alcuni sensori avanzati e all’avanguardia (Screenshot)

Gli esperti del Future Interfaces Group in Pennsylvania hanno sostanzialmente preso un Oculus Quest 2, lo hanno modificato e hanno inserito strumenti per inviare feedback tattile alla bocca. Tutta la attrezzatura è da mettere dentro la bocca e sopra il naso, così che le sensazioni possano essere il più realistiche possibile per gli utenti. Oltre al bacio, altre possibili esperienze potrebbero essere quella di bere da una fontana d’acqua virtuale, o anche fumare una sigaretta.

“Abbiamo sviluppato una serie sottile, compatta e beamforming di trasduttori ad ultrasuoni, che possono produrre effetti tattili sulla bocca” hanno dichiarato alcuni esperti che stanno lavorando ai progetti. I possibili sviluppi per il futuro sono tantissimi, a partire dai videogiochi. La tecnologia del feedback tattile parte proprio da questo settore, con le vibrazioni dei controller di ultima generazione che sono pensate proprio per fornire maggior realismo ad un’esperienza videoludica già avanzata.

In futuro, si potrà compiere uno step successivo. Il feedback tattile alla bocca potrebbe essere riutilizzato per generare sensazioni come una ragnatela che sfiora la bocca, le pozze di melma, il vento, bere una tazza di caffè, fumare sigarette e così via. Vedremo cosa ne sarà di un concept che per ora promette molto bene.