Un cambiamento terrificante sul web, è stato sostituito | I dati che lasciano i brividi

Stando a quanto dichiarato dal vicepresidente senior di Google, ormai gli utenti più giovani usano altri strumenti per effettuare ricerche in rete. A farla da padrona sono i social network come Instagram e TikTok

Google ha una risposta ad ogni tua domanda. Questa è la frase che da anni ci si sente dire quando si ha qualche dubbio. Basta accedere al portale dedicato, digitare alcune parole chiave nella barra di ricerca e in pochi istanti spunteranno milioni di risultati utili. Senza dimenticare i vari servizi extra come Maps, con dettagli ancor maggiori su luoghi e indicazioni stradali.

google ricerche 20220715 cellulari.it
Stando a quanto emerso da una ricerca, gli utenti più giovani non utilizzano più Google per effettuare ricerche (Adobe Stock)

Ma a quanto pare, anche il mondo di internet si sta evolvendo di pari passo con le tendenze degli utenti più giovani. Secondo quanto spiegato dal vicepresidente senior di Google Prabhakar Raghavan, ormai social network come Instagram e TikTok la fanno da padrona anche solo per le ricerche. Con un sistema innovativo e spesso più efficace rispetto all’obsoleta tecnica di Big G.

Perché usare Google quando c’è TikTok? Le nuove tendenze dei più giovani

google ricerche 20220715 cellulari.it
Ad andare per la maggiore è la TikTok (Pixabay)

Nel corso di una recente conferenza, Raghavan ha spiegato come ormai gli utenti più giovani preferiscono affidarsi ad Instagram o TikTok per effettuare ricerche in rete, “snobbando” il classico motore di ricerca di Google. “Stiamo imparando che i nuovi utenti di internet non hanno le esigenze e le mentalità a cui siamo abituati, le ricerche che fanno sono totalmente diverse” ha spiegato, aggiungendo poi alcuni dati utili. Stando ad una ricerca svolta negli Stati Uniti da Big G, con un campione di utenti tra i 18 e i 24 anni, quasi il 40% del totale non usa Maps o la ricerca di Google quando deve scegliere dove andare a mangiare fuori. Preferisce affidarsi ad un TikTok che spiega meglio tutti i dettagli.

Un altro dirigente dell’azienda di Mountain View ha cercato di dare una motivazione a questo fenomeno, spiegando come la gen Z abbia bisogno di forme visivamente più ricche. Ed è proprio in tal senso che si sta lavorando a nuove funzionalità di realtà aumentata, modalità 3D ed elementi più immersivi in generale. L’obiettivo chiaro di Google è quello di far tornare i giovani a sé, un compito piuttosto arduo considerando il successo ormai consolidato delle piattaforme social.