Twitter ha un nuovo nemico: nasce ufficialmente il social network Mastodon

Un vero e proprio social network dedicato al microblog, proprio come Twitter. Si chiama Mastodon e promette di essere più sicuro che mai

Il successo di Twitter continua, soprattutto negli Stati Uniti. Il social network pensato per il microblogging conta ogni giorno milioni di contenuti pubblicati, sia da profili “comuni” che da personaggi di spicco. Presto potrebbe però arrivare una variante come bastone tra le ruote.

mastodon 20220421 cellulari.it
Si chiama Mastodon, ed è il social network decentralizzato che punta a sfidare Twitter col microbloggin (screenshot)

Si chiama Mastodon ed è una nuova piattaforma con un concept pressoché identico a quello del social network per cinguettare. La grande differenza è che lavora su server privati. Il che vuol dire, sicurezza ancor maggiore. Dopo il lancio avvenuto per iOS, in queste ore sta avvenendo il rollout globale anche su Android.

Tutto quello che c’è da sapere su Mastodon

mastodon 20220421 cellulari.it
I numeri sono già piuttosto importanti e puntano a crescere con il lancio dell’app anche per Android (screenshot)

Nonostante il lancio si avvenuto relativamente da poco, i numeri di Mastodon sono già piuttosto soddisfacenti. Si parla infatti di circa 4,4 milioni di iscritti in tutto il mondo, con una crescita avvenuta soprattutto in concomitanza con l’esplosione del tema privacy sui social network. Stiamo parlando di una piattaforma senza alcuna pubblicità, con un limite di 500 caratteri per contenuto e guidato interamente dalla propria community. Sono infatti gli utenti stessi a segnalare i post che violano le regole di utilizzo.

A livello pratico, è formato da una bacheca con i contenuti organizzati in ordine cronologico. Mancano algoritmi o sistemi di presentazione basate sulle preferenze degli utenti. Parlando di differenze con Twitter, non c’è un unico flusso di notizie. I post sono catalogati nei nodi, che a loro volta rappresentano hub. Si possono cercare singoli utenti e singole stanze.

Se non volete un social network in cui Mark Zuckerberg, Jack Dorsey o un altro CEO miliardario determini cosa potete pubblicare e quali post possano diventare popolari, Mastodon è una buona alternativa” hanno spiegato alcuni utenti già affezionati alla piattaforma. Vedremo l’impatto che potrà avere il lancio dell’applicazione anche per dispositivi con sistema operativo Android.