Twitter ammette il grave errore col bot: numerosi account sospesi

Dopo alcune verifiche, Twitter ha ammesso il grave errore col bot. Tantissimi account sono stati sospesi dalla piattaforma

twitter bot
Un grave errore col bot di Twitter ha portato diversi account fake ad ottenere la spunta del verificato (Adobe Stock)

Solamente poche settimane fa, Twitter ha rilasciato ufficialmente un bot in grado di verificare gli account sulla piattaforma. Un sistema apparentemente efficace, in grado di sostituire l’uomo in un determinato frangente ed accelerare tutte le pratiche necessarie per ottenere la spunta blu. Tutto nella norma, se non fosse che è stato individuato un grave errore all’interno del sistema.

Come riportato dal Daily Dot, infatti, diversi account sono stati erroneamente verificati poche settimane dopo aver rilasciato il programma. L’errore è venuto alla luce dopo che l’esperto Conspirador Norteno ha individuato sei account verificati che erano stati creati di recente, il 16 giugno. Nessuno di questi aveva postato un singolo tweet e due avevano usato fotografie d’archivio come immagini del profilo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Vinci abbonamenti di un anno a DAZN con questo concorso a premi

Twitter ammette l’errore col bot di verifica, ecco cosa succederà

Un errore col bot di verifica degli account, che ha costretto Twitter a tornare sui propri passi. “Abbiamo approvato erroneamente le applicazioni di verifica di un piccolo numero di account non autentici. Ora li abbiamo sospesi definitivamente e rimosso loro il badge verificato, in base alla nostra politica di manipolazione della piattaforma e spam” ha spiegato la piattaforma con una nota al Daily Dot. Un incidente di percorso, che suggerisce come il processo di verifica del social network stia avendo problemi e non stia rilevando i tipi di account ovviamente non autentici e che non avrebbero diritto al badge blu.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Il corpo rimane fresco anche sotto il sole con questo rivoluzionario tessuto smart

Come spiegato da Norteno su Twitter, i sei account avevano in comune 976 follower sospetti, tutti creati tra il 19 e il 20 giugno. Ad oggi, cinque dei sei profili verificati per sbaglio sono stati sospesi, mentre l’ultimo ha disattivato il proprio profilo in automatico. Anche la maggior parte della botnet di supporto è stata rimossa. È chiaro però che questo errore solleva dubbi su come gli account sono stati in grado di essere verificati in primo luogo, e poi come mai Twitter non li abbia contrassegnati prima che un ricercatore di terze parti scoprisse il tutto.