Nuova truffa online, si spacciano per Amazon e promettono iPhone 12 in regalo

Una nuova truffa online sta circolando proprio in queste ore, con un SMS ricevuto da migliaia di persone in tutta Italia in cui si annuncia un regalo da parte di Amazon, per la precisione un iPhone di ultima generazione.

truffa online amazon iphone

Non è certamente la prima volta che grandi marchi come Amazon vengono utilizzati da malitenzionati per dare credibilità ai tentativi di truffa, forti della fiducia che la gente ripone nei grandi colossi tecnologici. Proprio in quest’ottica infatti l’accoppiata Apple-Amazon riscuote un grande successo.

Come possiamo vedere dallo screenshot dell’SMS ricevuto, sono diversi i dettagli che fin da un primo sguardo dovrebbero far scattare un campanello d’allarme. A partire dalla grammatica traballante utilizzata nel testo, con apostrofi a sostituire le lettere accentate, ai premi in palio e – ovviamente – al link in calce al messaggio. Link che abbiamo ovviamente oscurato per evitare di diffondere ulteriormente il tentativo di truffa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> WhatsApp e truffe, la particolare richiesta che trae in inganno

“Il tuo account Amazon è stato selezionato per ricevere un iPhone 12 Pro”: la nuova truffa online viaggia via SMS

truffa online amazon iphone
(AdobeStock)

La prima domanda che un utente dovrebbe porsi è la seguente: perché si dovrebbe optare per un iPhone 11 Pro se si può scegliere un iPhone 12 Pro? Una domanda che, evidentemente, i malintenzionati dietro l’sms truffaldino non si sono posti. E soprattutto, perché mai Amazon dovrebbe contattarci via Sms e, a maggior ragione, regalarci qualcosa? La risposta è quanto mai scontata, il colosso dell’e-commerce non fa nulla di ciò, ovviamente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Postepay, truffa nella casella mail degli utenti: in migliaia a rischio

L’intento tuttavia è quanto mai chiaro, dirottare l’utente su un sito terzo (che ovviamente nulla ha a che fare con Amazon sebbene la partruffaola sia presente nell’url) e a quel punto chiedergli, per riscuotere il premio, le credenziali di accesso alla piattaforma se non i dati della carta di credito.