Traffico dati in crescita costante su fisso e mobile: i numeri sono impressionanti

Anche in Italia, i consumatori utilizzano sempre più traffico dati sia su mobile che su fisso. Gli ultimi numeri registrati sono a dir poco impressionanti

Ormai praticamente chiunque si avvale di una connessione ad internet nell’arco di ogni singola giornata. Che sia per lavoro, per studiare o per svago, viene difficile pensare ad una routine che non includa un momento da passare sui social network o in videocall coi propri colleghi.

traffico dati agcom 20220502 cellulari.it
In Italia, gli utenti consumano sempre più giga di traffico dati. Lo confermano le ultime rilevazioni dell’Agcom (Adobe Stock)

A conferma di tutto questo ci hanno pensato le ultime rilevazioni di Agcom, che si sono concentrate sull’andamento del traffico dati in Italia a partire dal Covid. Proprio con lo scoppio della pandemia, l’Authority ha dato vita all’Osservatorio settimanale per mappare l’andamento di tutta la situazione. E i dati ottenuti sono piuttosto eloquenti.

Traffico dati, tutti i numeri ottenuti dall’Agcom

traffico dati agcom 20220502 cellulari.it
Questo il trend, in costante crescita dallo scoppio della pandemia. E sembra essere destinato a continuare così anche in futuro (screenshot)

Stando a quanto rilevato dall’Agcom con le sue ultime rilevazioni, il traffico dati consumato in Italia dagli utenti è in aumento costante. Su rete fissa in particolare, con alcune situazioni di picco. Tornando alle prime settimane successive allo scoppio della pandemia, si sono notate impennate legate a notizie sul Covid e nuovi decreti governativi. A partire dalla seconda metà dello scorso anno, invece, i picchi più alti si sono ottenuti in corrispondenza delle partite di Serie A in streaming durante i weekend.

Facendo un quadro più generale, si può notare come le abitudini degli italiani dallo scoppio del Covid siano cambiate e stiano continuando a farlo. Il trend continua infatti ad esserci, nonostante il rallentamento dei contagi e le misure sempre più ridotte. Una forte spinta la sta dando anche la crescita dell’e-commerce, con sempre più cittadini che decidono di affidarsi ad internet per effettuare acquisti. Sia di primaria necessità come la spesa che per svago (prodotti tecnologici, vestiti, viaggi e così via). Siamo probabilmente arrivati ad un punto di non ritorno, con i dati che continueranno a salire anche nei mesi a venire.