App per la salute mentale, è allarme per gli utenti: la segnalazione di Mozilla

Stando a quanto riferisce Mozilla con un suo report, gli utenti devono stare molto attenti ad alcune app per la salute mentale. Ecco tutti i dettagli

Spunta una nuova indagine piuttosto preoccupante in merito alle app dedicate alla salute mentale. Stando a quanto rilevato da Mozilla con un report, pare che vengano raccolte – in molti casi – tantissime informazioni personali e sensibili.

app privacy 20220502 cellulari.it
L’ultimo report pubblicato da Mozilla mette in guarda gli utenti. Ci sono alcune app dedicate alla salute mentale molto pericolose (Adobe Stock)

Il rispetto della privacy viene messa a serio rischio, come spiegato dall’azienda. Sono state prese in considerazione 32 delle più popolari app dedicate a questo argomento. Del totale, ben 29 hanno ricevuto come giudizio “Privacy non included”, la peggiore per ciò che riguarda il rispetto dei dati dell’utente.

L’allarme di Mozilla riguarda le app per la salute mentale

app privacy 20220502 cellulari.it
Riescono ad ottenere l’accesso a centinaia di dati molto sensibili e personali (Adobe Stock)

Un problema molto serio, che rischia di mettere a repentaglio i dati degli utenti. “La stragrande maggioranza delle app per la salute mentale o per le preghiere offre un quadro estremamente inquietante” ha spiegato il ricercatore Jen Caltrider:Raccolgono dati, li condividono e, più in generale, capitalizzazione sui pensieri e sentimenti più intimi delle persone, come lo stato di salute mentale, il loro umore e i loro dati biometrici“.

Nello specifico, i software presi in considerazione raccolgono informazioni legate alla salute mentale dei propri utenti. Al tempo stesso, promettono policy sulla privacy che sono molto vaghe. E questo non vuol dire che gli sviluppatori hanno cattive intenzioni o secondi fini, ma che in generale il tema viene poco curato.

Tra le app più pericolose in questo senso, Mozilla ha tenuto a segnalare Better Help, Youper, Woebot, Better Stop Suicide, Pay.com e Talkspace.Si presentano sotto la veste di app per la salute mentale, ma la realtà è che sono delle macchine progettate per risucchiare i dati degli utenti. Sono lupi travestiti da agnelli” ha spiegato Misha Rikov, una ricercatrice che lavora per Mozilla. Se anche voi avete installato una di queste app, il consiglio è di stare attenti a come vengono utilizzati i dati personali.