TikTok corre ai ripari: giro di vite, alcuni utenti a rischio rimozione account

E’ finita troppe volte nell’occhio del ciclone della critica, in certi casi ha dovuto rispondere delle azioni sulla sua piattaforma perfino nelle aule dei tribunali, così TikTok dà un giro di vite ai suoi video, nel nome della privacy.

Tik Tok app (Adobe Stock)
Tik Tok app (Adobe Stock)

L’app di condivisione di video sharing cinese ha dichiarato che utilizzerà più automazione per rimuovere i video dalla sua piattaforma, che violano le linee guida della community.
Attualmente, i video caricati su TikTok passano attraverso strumenti tecnologici che lavorano per riconoscere e segnalare eventuali violazioni che vengono poi esaminate da un membro del team di sicurezza. Se viene identificata una violazione, il video viene rimosso e l’utente viene informato, promette il social network cinese lanciato nel settembre 2016, inizialmente col nome musical.ly.

TikTok, stretta necessaria con rimozione automatica di contenuti che violano la politica sulla sicurezza

TikTok (Adobe Stock)
TikTok (Adobe Stock)

La società di proprietà di ByteDance ha aggiunto che nelle prossime settimane inizierà a rimuovere automaticamente alcuni tipi di contenuti che violano la politica sulla sicurezza dei minori, la nudità degli adulti e le attività sessuali, i contenuti violenti e grafici e le attività illegali e i beni regolamentati. In aggiunta alle rimozioni già confermate dal team di sicurezza.

LEGGI ANCHE >>> iOS 14.7, l’ultima versione beta corregge finalmente un curioso bug del WiFi

Con questa nuova strategia, ByteDance è convinta che tutto ciò aiuterà il suo team di sicurezza a concentrarsi maggiormente su aree altamente pericolose, come bullismo e molestie, disinformazione e comportamenti di odio razziale. TikTok ha anche aggiunto che invierà un avviso nell’applicazione alla prima violazione. Tuttavia, in caso di violazioni ripetute, l’utente verrà avvisato e l’account potrà anche essere rimosso definitivamente.

LEGGI ANCHE >>> OnePlus, dopo tanto rumore arriva l’amara conferma: utenti inviperiti

I cambiamenti di TikTok sono voluti ma anche necessari, visto che i social network (Facebook compreso) fin sono troppe volte stati presi di mira per aver amplificato l’incitamento all’odio e la disinformazione, a livello globale, attraverso le loro piattaforme.

Intanto, il colosso cinese, oltre che impegnarsi nel campo della disinformazione, sta cercando nuovi sbocchi per aumentare traffico e utenti. Fino al 31 luglio, infatti, i TikToker degli Stati Uniti potranno presentare il loro video curriculum a una lista di aziende selezionate, per fare domanda per posizioni lavorative di vario livello, creando un nuovo modo di presentare un curriculum, con tanto di tag hashtag #TikTokResumes.

L’iniziativa fa parte di un programma pilota che attualmente conta circa tre dozzine di aziende partecipanti, tra cui Target e Chipotle, oltre a società di media, da Meredith Corporation a Attn, passando per PopSugar. C’è perfino un risvolto sportivo, vista presenza di posizioni aperte per lavorare sia i Detroit Pistons (storica società di basket della NBA) sia con la WWE, la più famosa federazione statunitense di wrestling. Questa nuova funzionalità rientra in un contesto più ampio, un vero e proprio cambio di rotta di TikTok, pronto a snaturarsi in nome della visibilità e per competere con Instagram: la durata dei video verrà ampliata fino a tre minuti, stile Youtube.