TikTok apre alle stanze vocali: la sfida a Clubhouse continua

Anche TikTok si prepara ad implementare le stanze vocali. Dopo che la concorrenza ha aperto a questo mondo, anche ByteDance annuncerà a breve la grossa novità

TikTok
TikTok si prepara ad implementare le stanze vocali (Getty Images)

Dopo Xiaomi, Twitter e Facebook, anche TikTok è pronto ad emulare Clubhouse e lanciare le sue stanze vocali. Il concept di Alpha Exploration Co. ha registrato un vero e proprio boom in queste prime settimane del 2021, con milioni di utenti che si sono riversati sul software esclusiva iOS per entrare in stanze specifiche a tema e discutere con amici e sconosciuti.

Stando a quanto riferisce Reuters, ora anche ByteDance – azienda che possiede TikTok – è pronta ad entrare in questo mercato super fiorente. L’idea alla base di questo maxi movimento è chiara. In Cina Clubhouse è stato vietato da inizio febbraio: perché non creare un’alternativa? Se Xiaomi ha già fatto il suo annuncio ufficiale, per TikTok potrebbe essere questione di settimane (o giorni).

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Hacker rubano dati di 5 milioni di persone iscritte su Adecco

TikTok, Xiaomi, Facebook e Twitter: è ufficialmente Clubhouse mania

ClubHouse, il Social del momento
Prosegue il processo di emulazione di Clubhouse (Adobe Stock)

Il movimento che vuole emulare Clubhouse continua, e si arricchisce di un nuovo contendente: stiamo parlando di TikTok. Stando a quanto riferisce Reuters, ByteDance avrebbe in cantiere l’inserimento delle stanze vocali all’interno della propria piattaforma, per fornire una valida alternativa e avvicinare un numero ancor maggiore di utenti. Sembrerebbe che il tutto sia ancora in una fase embrionale ma, vista l’esperienza e le tempistiche adottate dagli sviluppatori, è probabile che il lavoro venga completato abbastanza velocemente. Va detto che ByteDance ancora non ha confermato queste voci, ma nemmeno smentito.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Twitter, al vaglio la funzione per annullare l’invio dei messaggi

Poco più di una settimana fa, è stato il CEO di Xiaomi Lei Jun ad aver aperto alle stanze vocali. L’ormai defunta versione di Mi Talk è stata chiusa e poi riaperta in maniera totalmente rivista nel giro di pochi giorni, e ora ricorda molto proprio Clubhouse. Con un annuncio: “Mi Talk, si ricomincia” dello scorso 26 febbraio, il team di sviluppatori ha introdotto la versione aggiornata del software. L’app di messenger si è ora trasformata in un vero e proprio anti-Clubhouse, con stanze dedicate ai manager.