Telegram si prepara a cambiare per sempre con la versione Premium, in arrivo a brevissimo

Come già preannunciato quasi un anno fa, Telegram si prepara a cambiare per sempre con la sua versione Premium. Che arriverà a brevissimo

telegram premium
Entro fine novembre, su Telegram verrà ufficialmente introdotta la versione Premium (Adobe Stock)

Tra le piattaforme di messaggistica più utilizzate al mondo, non si può non menzionare Telegram. Grazie alle sue innumerevoli funzionalità esclusive e agli aggiornamenti continui, l’applicazione di Pavel Durov ha saputo guadagnarsi uno spazio sempre più importante all’interno del mercato.

E, com’era lecito aspettarsi, le aggiunte non sono finite qui. Anzi, a breve arriverà una vera e propria rivoluzione destinata a cambiare l’utilizzo dell’app per sempre. Stiamo parlando della versione Premium, di cui già si era accennato nei mesi scorsi e che ora si appresta a diventare realtà.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Una nuova truffa Amazon è pronta a colpire in vista del Black Friday: come difendersi

Telegram introduce il Premium, ecco cosa cambia

Telegram
Ecco tutto quello che c’è da sapere sull’abbonamento alla versione Premium (Adobe Stock)

Entro la fine di novembre, su Telegram verrà ufficialmente introdotta la versione Premium.Molti utenti hanno suggerito di introdurre la possibilità di disabilitare le pubblicità ufficiali sui canali” aveva dichiarato Pavel Durov, anticipando quella che sarà una vera e propria rivoluzione per la piattaforma. Sarà chiaramente a pagamento, e permetterà agli utenti di pagare una piccola quota mensile per godere di un’esperienza senza inserzioni di alcun tipo. In parole povere, è un modo per garantire entrate a Telegram, consentendo agli utenti di beneficiare di alcuni importanti vantaggi.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> WhatsApp è pronta a rivoluzionarsi: in arrivo una funzione completamente nuova

Gli autori dei canali potranno disattivare le pubblicità ufficiali nei loro canali per tutti gli utenti” si legge inoltre tra le modifiche in arrivo. Dunque, i creator avranno la possibilità di gestire come meglio credono i propri gruppi. Sebbene: “Stiamo ancora valutando le condizioni economiche per questa operazione” ha dichiarato Durov. L’obiettivo chiaro è quello di arrivare al pareggio e iniziare a guadagnare soldi, con pubblicità o con abbonamenti. La mossa in questione potrebbe risultare vincente, anche se – di fatto – dividerà l’app in due versioni differenti tra di loro.