Spotify Kids migliora ancora: arrivano le playlist condivise

Il servizio Kids di Spotify si aggiorna, e aggiunge finalmente le playlist condivise. Aumenta il controllo dei genitori 

spotify kids
Spotify Kids si aggiorna ed implementa la playlist condivise (screenshot)

Per quanto riguarda lo streaming musicale, il punto di riferimento è e rimane Spotify. Il colosso svedese può vantare un catalogo praticamente infinito di brani e artisti di ogni genere ed epoca, accessibile da chiunque con un semplice e contenuto abbonamento mensile. Gli sviluppatori stanno continuando a lavorare per rendere il tutto ancor più ricco e funzionale, soprattutto per tenere lontana la concorrenza.

Uno dei servizi più utili e apprezzati è Spotify Kids, modalità dedicata proprio agli utenti più giovani. La piattaforma ha annunciato un maggiore controllo da parte dei genitori, grazie all’implementazione delle playlist condivise. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta e cosa si può fare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Skype meglio di WhatsApp e Facebook? Microsoft punzecchia Zuckerberg

Spotify Kids, tutti i dettagli dell’aggiornamento

spotify down
Ecco tutti i dettagli dell’aggiornamento (Pixabay)

Spotify Kids aggiunge finalmente le playlist condivise, che garantiscono un controllo ancora maggiore dei genitori nei confronti dei loro figli. Grazie a questa nuova feature, saranno appunto gli adulti a selezionare le canzoni da far ascoltare ai più piccoli, tenendoli lontani da contenuti “poco adatti” ad una giovane età. Per condividere la playlist, i genitori dovranno accedere all’area protetta da PIN dell’app, così da selezionare la musica da condividere. Le canzoni che potenzialmente possono avere contenuto esplicito vengono contrassegnate da una E, così che possano essere rimosse in pochi e semplici passaggi.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> 56 app con virus da cancellare, la lista completa

La prima volta che la playlist viene condivisa, al genitore appare un pop-up col quale confermare la decisione. Al momento in fase di rollout, nel corso dei prossimi giorni la funzione dovrebbe essere finalmente disponibile per tutti. Nel 2021, inoltre, sono previsti nuovi update di questo tipo.