Spotify, dalla Nuova Zelanda arriva un’inedita opzione che rende l’app ancora più completa

Gli amanti dei podcast avranno una opzione in più su Spotify, che ha arricchito l’app per Android e iOS/iPadOS con una funzionalità inedita

È partita dalla Nuova Zelanda una funzionalità che conferma (laddove ce ne fosse ancora di bisogno) quanto i podcast abbiano un ruolo centrale nelle strategie di Spotify. La popolare piattaforma per lo streaming musicale ha infatti introdotto un nuovo strumento che permetterà di creare nuovi podcast direttamente dall’app ufficiale per smartphone e tablet Android e iOS/iPadOS.

Spotify podcast novità
Su Spotify si potranno creare i podcast (Unsplash)

Una soluzione proprietaria che non soltanto arricchisce Spotify, ma va incontro alle esigenze degli utenti. Il video pubblicato su Twitter dall’account neozelandese di Spotify costituisce una ghiotta anteprima per avere contezza in ordine al funzionamento della nuova opzione, in attesa di un esordio su larga scala che, seppur non ancora confermato, appare pressoché scontato. Resta soltanto da capire quanto, non come.

Dal filmato si evince innanzitutto l’inserimento di un nuovo tasto “+” all’interno della UI dell’applicazione, tramite il quale sarà possibile accedere all’opzione “Registra podcast”. L’utente potrà inoltre decidere se registrare la sessione in un unico frangente oppure riprendere il lavoro successivamente.

Come per i video brevi dei principali social network, non mancano poi opzioni per modificare il file, come ad esempio l’applicazione di musica di sottofondo o per tagliare l’audio. Completato il processo di editing, sarà sufficiente salvare il file assegnando un nome al progetto e, dopo aver applicato una immagine di copertina, si potrà condividere il podcast direttamente su Spotify.

Creare podcast su Spotify: a quando il lancio in Europa?


La notizia odierna conferma quindi l’intenzione degli sviluppatori di voler arricchire la piattaforma di streaming musicale con nuove opzioni, abbracciando in questo caso uno dei settori più in voga nell’ultimo periodo. Il fatto che si sia partito dalla Nuova Zelanda è la dimostrazione che la creazione dei podcast su Spotify si trovi ancora in una fase preliminare e che ci sarà bisogno di qualche tempo prima di completare la fase di test.

Soltanto da quel momento in poi potremo creare i podcast su Spotify anche in Italia e nel Vecchio Continente. L’auspicio, a questo punto, è non dover attender per troppo tempo.