Social, il rischio si nasconde dove non immagini, se fai questo non cadrai in tranello

I social network sono un bene prezioso, hanno rivoluzionato le vite di tutti permettendo condivisioni di storie, immagini, momenti e anche di ritrovare amici perduti, familiari lontani, vivere esperienze particolari.

Il loro utilizzo è trasversale, attraversa generazioni, culture, modelli differenti. Tuttavia, dietro tanto stupore, c’è anche qualche pericolo, spesso inosservato, come sottolineano gli esperti della rete.

social network
social network (Foto Canva)

Quando condividiamo i nostri dati, le nostre foto, i nostro documenti, spesso omettiamo di considerare quello che comporta ciò che stiamo facendo. Se installiamo un’applicazione sbagliata, se clicchiamo su un link errato o se condividiamo materiale privato possiamo essere oggetto di grandi ripercussioni.

Sui social ci sono persone di ogni età quindi il pericolo si rivolge a tutti, indistintamente. Un problema per i genitori dei ragazzi giovanissimi ma anche di coloro che inavvertitamente pubblicano cose private e si espongono così in prima persona. Il rischio è di tutti, non ci sono distinzioni. Cadere nel tranello è molto facile ed è per questo che vengono continuamente allertati tutti i fruitori di questi sistemi, affinché ci sia maggiore consapevolezza e attenzione.

Pericolo social network

Non è la prima volta che si parla di problemi in rete, soprattutto dell’uso dei social network. Molti immaginano che questi siano solo strumenti dove chattare con qualche amico, condividere le foto delle vacanze e postare commenti ironici. Sono molto di più e per questo sono veramente pericolosi per gli utenti. Più di quanto si possa immaginare perché spesso il tranello si nasconde dietro qualcosa che abitualmente facciamo, che ci fa cadere in errore.

Social
Social (foto Canva)

I social network da Facebook a TikTok sono teatro di fenomeni interessanti, non a caso ci sono delle pratiche utili che andrebbero seguite per il loro utilizzo, onde evitare problemi. Per questo il Garante per la protezione dei dati personali ha condiviso una guida dove vengono analizzati i principali problemi in cui si può cadere in rete, con l’uso dei social, le possibili soluzioni e i consigli per i giovani, le famiglie, gli utenti esperti e anche i manager.

Si parla di ogni social e App di messaggistica o piattaforma nota, quindi tutto ciò che utilizziamo costantemente nelle nostre vite. L’obiettivo è aumentare la consapevolezza, far riflettere sulle opportunità e sui pericoli. Non è difficile imbattersi in identità false che rubano dati, sexting o cyerbullismo. Quindi una compromissione della propria realtà virtuale che cade però anche in quella reale e che può ledere la dignità della persona ma anche aprire a problemi molto gravi.