Smartwatch, profumo di donna: così potrai controllare il ciclo mestruale

Gli orologi di nuova generazione hanno stravolto il modo di usare un swatch: orario e data sono passati in secondo piano davanti ai tanti fitnes tracker, cura del battito cardiaco, perfino un modo per controllare il diabete. E chi più ne ha, più ne metta.

Smartwatch 20220507 cell
Smartwatch – Adobe Stock

Sebbene i moderni smartwatch e fitness tracker siano in circolazione da quasi un decennio, il monitoraggio era a livello embrionale, almeno fino al 2018. Queste integrazioni condividevano funzionalità familiari con l’app standard di monitoraggio, ma una grande differenza era che invece di dover estrarre il telefono, un utente poteva visualizzare o inserire dati dal tuo polso.

E, poiché queste funzionalità facevano parte di una piattaforma indossabile, gli utenti avevano più facilità di vedere le loro tendenze di salute correlate ai loro cicli mestruali: tutti in un unico posto.

Tante opportunità, quella di usare la testa è la più importante

Smartwatch 20220507 cell2
Smartwatch – Adobe Stock

Tenere traccia dei cicli mestruali digitalmente può essere più conveniente rispetto a un calendario a mano, o inserire le date in un foglio di calcolo, excel per esempio. Ora il progresso, in primis quello di Apple, sta cambiando nuovamente tutto.

Una novità utilissima per le donne, a patto che sia usata con criterio e raziocinio: il controllo del ciclo mestruale potrebbe essere una sorta di guida per aumentare le possibilità di avere un foglio, ma sarebbe un errore madornale usarlo come unico metodo contraccettivo.

Nessuna funzione di monitoraggio del periodo di smartwatch è autorizzata dalla FDA a tale scopo. Le app hanno lo scopo di aiutare non di sostituirsi a discorsi molto medici. Anche perché non tutte le piattaforme indossabili supportano il monitoraggio del ciclo mestruale. E un perché ci sarà.

Su Apple Watch, comunque, è possibile scaricare un’app di monitoraggio del ciclo mestruale di terze parti, con la possibilità di varie opzioni, fra cui il Cycle Tracking. Il monitoraggio del ciclo ti consentirà di registrare il ciclo, nonché i sintomi, l’attività sessuale e lo spotting. Ma anche altri fattori che possono influenzare i tuoi cicli mestruali: ad esempio se una donna è incinta, o se sta usando un contraccettivo.

Si può visualizzare un riepilogo che include una previsione del ciclo, con tanto di cronologia, oppure registrare le informazioni sulle mestruazioni direttamente nell’app Salute. Cycle Tracking è una delle app precaricate sull’orologio, quindi non è necessario scaricarla. Per aggiungere dati basta un tap sul + accanto al campo di scelta: è possibile selezionare periodo, sintomi o attività sessuale. Tante opportunità, quella di usare la testa è la più importante.