Smartphone vietati con un bonus del 50%: l’incredibile idea di un pub

Ormai è diventata una brutta immagine ricorrente: due (o più persone) in un locale (ristoranti o pub fa lo stesso) che neanche si parlano, o si guardano, perché hanno gli occhi presi dal cellulare: per chattare, o postare sui social, per gran parte della giornata. Per ovviare a questa pessima abitudine, ecco un’idea davvero geniale.

Smartphone vietati in un pub (Adobe Stock)
Smartphone vietati in un pub (Adobe Stock)

Una foto con un cellulare dentro una gabbia vale più di mille parole. Una sola cosa da aggiungere, il 50% di sconto su cibo e bevande per tutti quei clienti tengono spenti i cellulari durante un pasto. Bisogna arrivare a questo punto, ma ben venga.

L’idea geniale e strappa applausi è venuto al The Silent Woman, locale nella Wareham Forest, nel Dorset. Il fine, oltre quello economico che si presume possa comunque contribuire a un maggiore e presumibile aumento di clienti, è quello di incoraggiare gli scommettitori a godersi la compagnia della loro famiglia e dei loro amici.

No Phone Zone! La sperimentazione

The Silent Woman Inn
The Silent Woman Inn

La grande idea del pub è finita sulle colonne del popolare tabloid inglese The Sun, provocando una quantità considerevole di feedback positivi. “Dicono che impedirà anche ad altri clienti di essere infastiditi da un flusso costante di chiacchiere telefoniche – si legge sulle colonne del secondo quotidiano in lingua inglese più venduto al mondo, pubblicato nel Regno Unito e in Irlanda – il pub fornirà la prigione come scatole, dove i clienti bloccheranno i loro telefoni per tutta la durata del loro pasto”.

LEGGI ANCHE >>> Sogno e son desto: vicinissimo l’arrivo dei visori Apple

No Phone Zone” è in fase di sperimentazione fino al 30 dicembre 2021, i clienti che accettano questo strano ma lodevole promo riceveranno il 50% di sconto nel conto finale. Uno studio rivela un agghiacciante inchiesta: il 71% degli inglesi usa lo smartphone a tavola per controllare i feed dei social media, inviare messaggi a familiari o amici o scattare foto del proprio cibo.

LEGGI ANCHE >>> Amazon si traveste da Babbo Natale per la Croce Rossa Italiana

Uno studio credibile, visto che è stato condotto dalla società di test di reti mobili Global Wireless Solutions, azienda leader britannica che fornisce benchmark, analisi e test della rete wireless, tramite test scientifici combinati con ricerche sui consumatori al chiuso, all’aperto, nei luoghi di ritrovo, sulle strade, in pratica “ovunque i consumatori utilizzino il proprio dispositivo, ovunque vivano, lavorino e giochino. I nostri servizi – conclude l’azienda – sono disponibili in tutto il mondo”. Bisognerebbe utilizzare la Global Wireless Solutions per l’Italia: chissà che quel 71% non sia un numero minore rispetto al nostro Paese.