Smartphone Samsung, diversi utenti segnalano problemi con la batteria

batteria smartphone samsung
(Pixabay)

Aumentano in Rete le segnalazioni degli utenti riguardo problemi con la batteria degli smartphone Samsung. Ad essere colpiti sono soprattutto i modelli di punta degli ultimi anni. Non è chiaro se il problema è hardware, o meglio della batteria in sé, o semplicemente di come questa viene gestita dal sistema operativo.

In questo caso con ogni probabilità sarebbe sufficiente un aggiornamento per debellare in via definitiva questo fastidioso bug. Vediamo nel dettaglio cosa lamentano gli utenti e quali sono i modelli di smartphone Samsung interessati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>OnePlus, aggiornamento a Android 10 causa tanti bug

Il problema segnalato dagli utenti riguarda nello specifico l’indicatore della carica della batteria, quel numero spesso di vitale importanza che permette di capire a colpo d’occhio l’autonomia residua. In molti hanno segnalato in Rete un comportamento anomalo dell’indicatore. Sono due i “malfunzionamenti” maggiormente riscontrati: lo spegnimento dello smartphone prima che l’indicatore raggiunga l’1% di carica residua e un esaurimento dell’energia estremamente rapido una volta raggiunto il 5%. Una situazione che ovviamente causa diversi disagi nella gestione quotidiana del dispositivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>eBay festeggia il 25° anniversario, coupon da 25 euro per tutti

Smartphone Samsung, problemi con la batteria: i modelli più colpiti

trucchi batteria smartphone
(Pixabay)

In attesa di capire la natura del problema, le segnalazioni si sono concentrate prevalentemente su alcuni modelli prodotti dalla casa coreana. Ad essere maggiormente colpiti sembrerebbero infatti alcuni dei modelli di punta degli ultimi due anni: Galaxy S10, Galaxy S20, Galaxy Note 10 e Galaxy Note 20. Non è escluso tuttavia che possano essere interessati anche altri modelli.

Al momento Samsung non ha rilasciato nessuna informazione circa questo malfunzionamento con l’indicatore della batteria. Con ogni probabilità sarà comunque sufficiente la propagazione di un nuovo aggiornamento ad hoc per per risolvere definitivamente la situazione. Restiamo in attesa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> iPhone, come “raddrizzare” i selfie con iOS 14: le foto speculari