Smartphone, a rischio tutti questi top di gamma: è tutta colpa di Qualcomm

Alcune recenti novità nell’industria della telefonia mobile potrebbero rendere gli smartphone sempre più costosi.

L’industria degli smartphone è sempre in evoluzione, con nuovi modelli che vengono lanciati a un ritmo impressionante. Tuttavia, recenti sviluppi nel settore potrebbero portare a cambiamenti significativi nella disponibilità dei modelli di punta. Alcuni dei principali produttori di smartphone potrebbero infatti dover rivedere le loro strategie di mercato a causa di nuove dinamiche che stanno emergendo e che stanno rendendo più difficile e costosa la produzione.

smartphone a rischio
L’industria degli smartphone sta affrontando cambiamenti significativi Cellulari.it

L’introduzione di nuove tecnologie e l’aumento dei costi di produzione sono solo alcune delle sfide che i produttori stanno affrontando. Questi cambiamenti potrebbero avere un impatto diretto sui consumatori, soprattutto per quanto riguarda i modelli di fascia alta. Al centro del dibattito c’è Qualcomm, multinazionale statunitense con sede a San Diego, specializzata in semiconduttori, software e tecnologie wireless.

Le novità nell’industria dei chip rendono gli smartphone sempre più costosi

Qualcomm, leader nel settore dei processori per smartphone, sta per lanciare il suo nuovo System-on-a-Chip (SoC), lo Snapdragon 8 Gen 4. Questo chip, come anticipato dall’azienda stessa, dovrebbe essere il più potente mai realizzato grazie all’introduzione della tecnologia proprietaria della CPU Oryon. Secondo molti esperti, questa evoluzione sarà una grande opportunità per migliorare le prestazioni e l’efficienza energetica degli smartphone. Come sempre accade, però, c’è un lato della medaglia ben meno luminoso.

smartphone sempre più costosi
Il nuovo processo produttivo a 3 nanometri, comporterà ulteriori costi sempre più elevati Cellulari.it

L’adozione di questa nuova tecnologia comporterà infatti un aumento significativo dei costi di produzione. Qualcomm ha dichiarato attraverso il suo vice-presidente Chris Patrick che il nuovo SoC sarà più costoso rispetto ai suoi predecessori. Questo aumento è dovuto ai costi elevati di sviluppo e alla necessità di ammortizzare l’investimento nella nuova CPU proprietaria, che sostituirà i core ARM utilizzati finora.

Un altro fattore che contribuisce all’aumento dei costi è il nuovo processo produttivo a 3 nanometri, che sarà utilizzato per la prima volta con lo Snapdragon 8 Gen 4. Secondo il leaker Digital Chat Station, questi aumenti si tradurranno inevitabilmente in prezzi più alti per i modelli di punta di prossima generazione.

La redazione di Gizchina.it sottolinea che l’aumento dei costi potrebbe spingere alcuni produttori a cancellare le varianti Ultra dei loro flagship. Questi modelli, che rappresentano il massimo dell’innovazione e delle prestazioni, potrebbero diventare troppo costosi per essere competitivi sul mercato.

L’analisi di Gizchina.it cita esempi come lo Xiaomi 14 Ultra, il vivo X100 Ultra e l’OPPO Find X7 Ultra. Questi smartphone, che utilizzano i SoC più avanzati di Qualcomm, potrebbero avere prezzi talmente elevati da non giustificare la loro produzione e commercializzazione. I produttori potrebbero quindi decidere di concentrarsi su modelli meno costosi o su altre categorie di prodotti, come gli smartphone pieghevoli, che stanno guadagnando sempre più popolarità.

Impostazioni privacy