Samsung, un brevetto rivela la nuova fotocamera rotante

Samsung ha depositato un brevetto per una novità nel design degli smartphone pieghevoli: un sistema di fotocamera rotante.

Samsung pieghevole fotocamera
Samsung ha depositato un nuov brevetto per i dispositivi pieghevoli (Unsplash)

Samsung è l’azienda leader nel settore dei foldable, l’ultima innovazione nel design dei dispositivi smartphone. Le possibilità offerte nel design sono ancora un campo relativamente inesplorato, in cui l’azienda sudcoreana si è distinta con le serie Z Fold e Z Flip che, quest’estate, dovrebbero espandersi con gli attesissimi modelli Galaxy Z Fold3 e Z Flip3. Secondo alcune indiscrezioni, i dispositivi Fold3 saranno i primi smartphone Samsung con selfie cam integrata all’interno del display, ma prima ancora della presentazione ufficiale, l’azienda sembra avere già pronta una novità che potrebbe essere implementata nei successivi modelli pieghevoli.

Il 17 giugno, un nuovo brevetto Samsung è apparso nel database del WIPO, depositato lo scorso dicembre: il documento illustra un dispositivo smartphone pieghevole simile ai modelli della serie Samsung Z Fold, che include un nuovo sistema di fotocamera rotante.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass su app Immuni, ora si può: ecco come richiederlo

Come funziona la nuova fotocamera rotante di Samsung: il futuro dei pieghevoli

Samsung fotocamera rotante
Il modulo della fotocamera rotante di Samsung (Samsung)

Le illustrazioni fornite da Samsung nel documento di brevetto descrivono un modulo fotografico, collocato sul lato più lungo del dispositivo, i cui sensori sono in grado di ruotare per adattarsi alle possibili configurazioni di utilizzo dello smartphone per una maggiore praticità.

Il sistema di fotocamera flessibile potrebbe rendere i pieghevoli più funzionali e diminuire i componenti (ed i costi) integrati nei modelli attualmente disponibili sul mercato. Le due selfie cam, una interna ed una esterna, e la fotocamera principale sulla parte posteriore dello smartphone, verrebbero sostituite da un solo modulo, riducendo il numero di sensori e tagliando i costi di produzione al prezzo di un piccolo sacrificio estetico: la “rottura” della simmetria tra i due schermi.

Non sono stati rivelati dettagli su una possibile implementazione della fotocamera rotante nel prossimo futuro, ma ciò non toglie che il nuovo brevetto sia un’interessante indizio sulla direzione dei progetti di Samsung per i futuri dispositivi pieghevoli, per rendere l’esperienza degli utenti sempre più fluida e funzionale.

LEGGI ANCHE >>> Euro 2020, IPTV e “pezzotto”: oscurati centinaia di siti streaming illegali