Redmi K50 sarà un super flagship, ma questa caratteristica ce l’aspettavamo

La serie Redmi K50 sarà un concentrato di potenza, eppure una caratteristica del modello Pro è già abbondantemente nota e per certi versi anche scontata.

Redmi K50 ricarica rapida 67W
Due certezze per il prossimo Redmi K50 (Screenshot)

L’attuale Redmi K40 sta spopolando in Cina grazie al suo rapporto qualità-prezzo a dir poco vincente. Inevitabile quindi che l’azienda di Shenzhen sia già alacremente all’opera per la realizzazione del suo diretto successore, le cui caratteristiche tecniche si preannunciano esser senza compromessi e, come ormai da tradizione dell’intera gamma, fortemente votate verso l’alto.

Benché manchi ancora molto all’uscita di Redmi K50, le indiscrezioni emerse nelle ultime ore permettono comunque di tracciare un primo quadro sui prossimi flagship della società controllata dalla capogruppo Xiaomi. Il debutto dovrebbe inverarsi in coincidenza del capodanno cinese 2022 e, proprio come i precedenti smartphone, ci saranno almeno due versioni pronte ad affacciarsi sul mercato asiatico: quella tradizionale, appunto, e quella contornata dal suffisso “Pro”, ancor più completa e prestante.

I rumors più recenti hanno scovato una delle caratteristiche di Redmi K50 Pro, in verità poco clamorose se si guarda alle strategie praticate da Xiaomi nell’ultimo periodo. Ebbene, il flagship a firma Redmi sarà impreziosito dal supporto di una ricarica rapida a 67W, allineandosi perciò alla moltitudine di dispositivi top di gamma commercializzati dal sodalizio cinese. Detta in questo modo, si potrebbe pensare ad una non-novità visto che Xiaomi sta già lavorando – e il debutto potrebbe coincidere proprio con l’anno venturo – ad una tecnologia fast charge da addirittura 200W.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Smartphone Xiaomi ancora più potenti grazie a una novità della MIUI 13

La certezza Snapdragon 895

Redmi K50 ricarica rapida 67W
Redmi K50 Pro avrà un processore Snapdragon 895 (AdobeStock)

In realtà, vale la pena ricordare che l’attuale gamma Redmi K40 (e ivi compresa quindi la versione Pro) sfoggia ancora un caricatore rapido da 33W, dunque meno prestante rispetto a quello che dovrebbe – e siamo certi che sarà così – esser presente sui modelli di nuova generazione. Una caratteristica insomma scontata, la quale andrà a raccordarsi con un altro componente hardware a dir poco confermatissimo: si tratta dello Snapdragon 895, prossimo processore di punta di casa Qualcomm destinato ad animare la maggior parte degli smartphone top di gamma del 2022.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi Mi 11 Lite 5G al giro di boa? Vi spieghiamo cosa sta succedendo

Redmi K50 non dovrebbe debuttare ufficialmente anche in Italia, pur stagliandosi come musa ispiratrice per diversi dispositivi commercializzati da Xiaomi in chiave globale: Redmi K40, ad esempio, è l’alter-ego del nostro Poco F3, mentre l’apprezzatissimo Redmi K20 ha ispirato gli storici Mi 9T e Mi 9T Pro, smartphone di successo della società cinese.