Pulizia di smartphone, tablet e pc, attenzione: questo errore comune può danneggiarli

La pulizia di smartphone, tablet e pc è essenziale ma va fatta con attenzione o rischia di danneggiare per sempre i dispositivi.

Quando si parla di prodotti di uso quotidiano come gli smartphone o i computer è giusto valutare un’accurata e periodica pulizia capillare. Dopotutto entrano in contatto diretto con la pelle, sono perennemente maneggiati e raccolgono un quantitativo di germi e batteri preoccupante.

Pulizia di smartphone, tablet e pc errore
Pulizia di smartphone, tablet e pc errore danneggia tutto Cellulari.it

Soprattutto quando si parla dello smartphone che viene portato e riposto ovunque e poi si colloca proprio adiacente al viso e alla bocca andrebbe fatta molta attenzione. Secondo alcuni studi la sua superficie è più sporca di quella del water, questo la dice lunga su quanto sia importante prendere molto seriamente il processo di pulizia.

Pulizia di smartphone, tablet e pc: questo errore li danneggia

Tuttavia, anche se risulta fondamentale farlo e anche periodicamente per scongiurare infezioni e problemi, è anche doveroso capire come fare. Sono pur sempre dispositivi elettronici, non si possono lavare né spruzzare con prodotti a caso per l’igiene. Il rischio è che liquidi e prodotti inopportuni finiscano nei circuiti e soprattutto in quei piccoli spazi che, seppur limitati, contengono chip essenziali come ad esempio le casse oppure l’inserto acustico.

Pulizia di smartphone, tablet e pc errore può danneggiarli
Come pulire correttamente smartphone, tablet e pc Cellulari.it

Altra cosa preoccupante è iniziare con il fai da te e usare strumenti impropri, magari per qualche video visto sul web, adoperando stuzzicadenti e simili per andare a rimuovere la polvere da quei piccoli spazi che non inaccessibili. Il danno che si può procurare tanto con l’acqua quanto con questi strumenti è di rovinare per sempre guarnizioni e sistemi interni del dispositivo, graffiare parti metalliche essenziali ad esempio quelle presenti nel vano di ricarica e quindi dover affrontare dopo una spesa consistente.

La pulizia è giusta ma fatta con gli strumenti adeguati, senza che diventi una cosa maniacale. Meglio spendere 10 o 15 euro per comprare tutto l’essenziale e farlo in modo accurato piuttosto che cimentarsi in qualcosa di autonomo che si rivela dopo essere un danno economico non da poco. Sul web ci sono preziosi aiuti ma si trovano anche nei negozi fisici, salviette disinfettanti appositamente studiate per i dispositivi elettronici, piccole pompe ad aria compressa per pulire i segmenti più piccoli senza danni, gommini che si infilano ovunque e che sono però senza rischi.

Basta controllare su Amazon e si trova di tutto a poco prezzo. Resta però fondamentale fare tutto con calma, senza uso di acqua, spray, disinfettanti o detersivi inadatti e senza pensare di poter disporre di computer, smartphone e tablet come altri oggetti da pulire in casa.

Impostazioni privacy