Playstation 4 e Playstation 5? No. Sony va all in sui giochi mobile

Uno dei motivi che ha portato il mondo dei gaming alla ribalta, è stato il passaggio dalla console al mobile. Lo sviluppo di smartphone sempre più performanti, con una latenza sempre minore, ha spinto le grandi case di videogiochi ad ammiccare ai game sui cellulari.

Mobile Gaming 20220528 cell
Mobile Gaming – Adobe Stock

Se n’è accorta anche Sony, che ha fiutato l’affare delle ormai famose “shoppate”, decidendo di propendere per una strategia molto aggressive: la multinazionale conglomerata di Tokyo prevede che circa la metà delle sue versioni di giochi sarà su PC o dispositivo mobile entro il 2025, come confermato nella presentazione data, durante la giornata annuale degli investitori dell’azienda, e rivelato da The Verge.

Un grafico mostrato da Sony durante la presentazione, suggerisce il volli fortissimamente aumentare i game su mobile, addirittura sin da subito, di un quarto delle versioni da “passare” su PC e dispositivi mobile, il resto su PlayStation 4 e 5.

Le previsioni di Sony: dagli 80 milioni di dollari dell’anno scorso a 300 nel 2022

Sony 20220528 cell
Sony, non solo PlayStation – Adobe Stock

Espandendoci a PC e mobile, ma anche nei servizi live, abbiamo l’opportunità di passare da una situazione di essere presenti in un segmento molto ristretto del mercato globale dei software di gioco, ad essere presenti praticamente ovunque”. Le parole di Jim Ryan, presidente di Sony Interactive Entertainment, nei commenti riportati da Video Games Chronicle, non lasciano adito a molti dubbi.

Ryan ha continuato affermando che investire in PC e dispositivi mobili potrebbe portare a “una crescita significativa del numero di persone che giocano ai nostri giochi, del numero di persone a cui piacciono i nostri giochi e del numero di persone che spendono soldi per i nostri giochi“.

La presentazione di Sony ai suoi investitori suggerisce che la società giapponese sta già raccogliendo i frutti del portare titoli come Horizon Zero Dawn, Days Gone e God of War su PC, con vendite nette sulla piattaforma più che triplicate: dagli 80 milioni di dollari dell’anno scorso a una previsione di 300 milioni di dollari nel 2022. Sony ha espresso i suoi piani per portare più titoli su PC: il lancio di un’etichetta per PC PlayStation e, persino, l’acquisizione di uno sviluppatore di porte per PC.

Sul lato mobile, Video Games Chronicle ha riferito lo scorso anno che Sony aveva assunto l’ex boss dei contenuti di Apple Arcade, Nicola Sebastiani, che è stato il primo di diversi nuovi assunti a unirsi ai PlayStation Studios per concentrarsi sui dispositivi mobili. In una diapositiva, la società ha affermato che prevede di rilasciare giochi per dispositivi mobili attraverso un paio di strade diverse, incluso lo sviluppo di titoli in collaborazione con sviluppatori mobili esistenti e la creazione di una propria rete di studi.

Oltre a PC e dispositivi mobili, la presentazione di Sony ha offerto maggiori dettagli sulle sue ambizioni di gioco dal vivo. I giapponesi prevedono 12 franchising di servizi live operativi entro il 2025, primi fra tutti MLB The Show 2022, non ancora Bungie’s Destiny. Inoltre è previsto il lancio di oltre 10 giochi live entro marzo 2026. Non solo.
Nei piani di Sony anche l’espansione della IP al di fuori dei giochi, come nel caso di Uncharted e della prossima serie HBO basata su The Last of Us.