Da Perseverance a Ingenuity il passo è breve. “Il primo volo è sempre speciale”

Il fratello minore, o maggiore chissà, lo scopriremo solo vivendo, del Perseverance della NASA. Un piccolo elicottero che tenterà il suo primo volo su Marte ad aprile, programmato per decollare sulla superficie del Pianeta Rosso, scattare le prime foto aeree che siano mai state catturate e di dimostrare (anche) che la tecnologia utilizzata potrebbe servire per future missioni.

Perseverance, "fratello maggiore" di Ingenuity (Adobe Stock)
Perseverance, “fratello maggiore” di Ingenuity (Adobe Stock)

In un briefing del 23 marzo, i funzionari della NASA – come rivela spacenews – avrebbero discusso i piani per eseguire i primi voli di Ingenuity, appunto.

Viaggio su Marte, Ingenuity pronto a spiccare il volo

Ingenuity (Adobe Stock)
Ingenuity (Adobe Stock)

Ingenuity è un elicottero da 1,8 chilogrammi, attualmente attaccato alla parte inferiore di Perseverance. Il 21 marzo, i controllori dei veicoli spaziali hanno avviato il processo di implementazione, scaricando una copertura che proteggeva il veicolo durante il volo.

LEGGI ANCHE >>> Facebook Live Audio, il “clone” di Clubhouse: le prime immagini – FOTO

Il Perseverance si sta dirigendo verso un “aeroporto”, un’area pianeggiante di 10 metri per 10. Nel corso di 10 giorni, il veicolo spaziale eseguirà una serie di schieramenti per dispiegare Ingenuity e lasciarlo cadere in superficie.

LEGGI ANCHE >>> WhatsApp celebra i 30 anni di Amazon con regali per tutti: è una truffa

Questo è un processo molto prescritto e meticoloso“. Così parlò Farah Alibay, responsabile dell’integrazione di Perseverance per Ingenuity presso il Jet Propulsion Laboratory, che prevede la separazione fra i due droni, tutti documentati utilizzando telecamere sul rover.

Una volta che il pannello solare di Ingenuity avrà caricato la batteria, sarà pronto per il suo primo volo su Marte. “Il primo volo è sempre speciale. È di gran lunga il volo più importante” rimarca Håvard Grip, capo pilota di Ingenuity. “Sarà il primo volo a motore di un aereo su un altro pianeta”.

Su quel volo verso Marte, indicativamente previsto per l’8 aprile, non prima, Ingenuity decollerà e salirà a tre metri di altitudine. Rimarrà in posizione per 30 secondi mentre gira, quindi atterrerà. Poi, il drone ricaricherà le batterie per il volo successivo, e così via per tutta la missione che dovrebbe durare circa 30 giorni.

I funzionari del progetto hanno definito quel volo un “momento dei fratelli Wright” e, per dimostrare questa connessione, hanno incluso un campione di tessuto, delle dimensioni di un francobollo, dal volantino originale dei fratelli Wright su Ingenuity.

Se il primo volo avrà esito positivo, ce ne sono fino a quattro in programma per il mese successivo (probabilmente maggio). Ingenuity, assicurano, sarà in grado di volare fino a 90 secondi alla volta, per raggiungere altitudini di circa cinque metri.