Pebble vuole creare un iPhone 13 Mini con Android: un nuovo rivale per Galaxy S22?

Il fondatore di Pebble rivela l’esistenza di un progetto che porterà l’azienda a immettere sul mercato uno smartphone Android compatto, pronto a rivaleggiare con iPhone 13 Mini

I più attenti o semplicemente appassionati della tecnologia ricorderanno senz’altro la storia di Pebble, azienda per così dire capostipite degli smartwatch ma soppiantata dallo strapotere e dalla corsa degli altri produttori. Il progetto, risalente addirittura al 2013, non ha avuto troppo fortuna, ma il suo ideatore ha già un piano per ridare visibilità al brand, mantenendo per converso un approccio innovativo.

Smartphone Android compatto iPhone 13 Mini Android
Pebble è pronta a far la voce grossa nel settore mobile (AdobeStock)

L’azienda fondata da Eric Migicovsky sta infatti lavorando per creare un’alternativa Android all’iPhone 13 Mini, e già questo la dice lunga sulla volontà di Pebble di distaccarsi dalla massa, considerati anche i numeri di vendita non troppo positivi raccolti dal più piccolo degli smartphone Apple. Ha senso quindi parlare di alternativa Android è tuttavia riduttivo, in quanto il progetto sembra ricalcare pressoché fedelmente l’impianto hardware degli smartphone compatti con a bordo Android, tra cui ad esempio il Galaxy S22 e lo Xiaomi 12 o 12X.

Smartphone Pebble: compattezza, modding e Android stock

Smartphone Android compatto iPhone 13 Mini Android
Uno smartphone Android compatto (Screenshot smallandroidphone)

Il manifesto di Eric Migicovsky prevede infatti quattro punti fondamentali. Potete leggerli in questa pagina, ma ve li riportiamo a beneficio di una maggiore completezza. Innanzitutto, le dimensioni. Lo smartphone dovrà essere compatto, e questa caratteristica è stata ulteriormente declinata da Pebble in sottotematiche, come ad esempio la facilità di trasportarlo e di utilizzarlo quotidianamente grazie al suo peso ridotto, ma anche l’azzeramento del rischio di cadute dalla tasca mentre si va in bicicletta.

Per raggiungere l’obiettivo, lo smartphone di Pebble avrà un design in stile iPhone 13 Mini e un display da 5.4 pollici di tipo Amoled con “foro” centrale e cornici identiche su tutt’e quattro i lati. Ma soprattutto, non ci saranno rinunce sotto il profilo hardware, e questo valorizza ulteriormente l’aspetto di alternativa Android all’iPhone 13 Mini, ma lo candida al tempo stesso come principale antagonista di Galaxy S22 e Xiaomi 12. Per stessa ammissione del fondatore, lo smartphone Android compatto non avrà rinunce per ciò che riguarda il comparto fotografico, confermando anzi che saranno due i sensori sul posteriore, di cui uno verosimilmente di tipo ultra-grandangolare.

Secondo Eric Migicovsky, il nuovo smartphone Pebble garantirà almeno 4 ore di display attivo e monterà un processore della serie 8 dei Qualcomm Snapdragon, gamma appunto di fascia alta. Questa notizia si lega a doppio filo con una particolarità che farà felici i più smanettoni: Pebble ha confermato che ci sarà la possibilità di sbloccare autonomamente il bootloader. Infine il software. È vero che ci sarà Android, ma sarà un sistema operativo stock, in stile Google Pixel. Altro punto a favore per i “puristi” del “robottino verde”. Vedremo adesso quale saranno prezzo e data di disponibilità.