Nokia rimborsa i clienti USA che passeranno a Lumia e verseranno il vecchio telefono

Non sappiamo se in futuro Nokia deciderà di utilizzare questo tipo di strategia commerciale anche in Italia ma l'idea, in un paese dove il marchio è stato fino a pochi anni fa un must per un'ampia fetta di utenza, potrebbe ess

Non sappiamo se in futuro Nokia deciderà di utilizzare questo tipo di strategia commerciale anche in Italia ma l’idea, in un paese dove il marchio è stato fino a pochi anni fa un must per un’ampia fetta di utenza ma dove ora sta cercando di convincere con i nuovi Lumia, potrebbe essere vincente: stiamo parlando della decisione del colosso finlandese di lanciare un’iniziativa che permetterà di ricevere un rimborso fino a 300 dollari con il “versamento” di un vecchio telefono, da utilizzare per l’acquisto di un nuovo smartphone Lumia con sistema operativo Windows Phone 8. 
 
Il credito verrà erogato su una carta prepagata Visa. L’iniziativa si chiama Nokia Trade-Up ed è stata aperta una pagina edicata sul sito ufficiale dove sarà possibile quantificare il valore del telefono che si ha intenzione di “versare”. Nei casi di terminali top di gamma e a seconda delle condizioni del prodotto la cifra di rimoborso potrebbe essere anche superiore. La carta prepagata su cui verrà erogato il denaro verrà inviata direttamente da Nokia non appena si effettuerà la registrazione all’iniziativa, insieme alla prova d’acquisto del nuovo Lumia. 
 
Con Nokia Trade-Up, quindi, l’azienda tenterà ancora una volta di ampliare la propria quota di mercato in un mercato difficile come quello statunitense, dove Apple è un brand molto solido e Android è il sistema operativo più diffuso (circa il 52% del mercato, secondo gli ultimi dati comScore), ben al di sopra della percentuale detenuta dal sistema operativo mobile di casa Microsoft (circa il 3%)