Nasa, rimandato il decollo di Ingenuity su Marte: svelato il motivo

La Nasa ha comunicato ufficialmente di aver posticipato lo storico decollo di Ingenuity su Marte. Ecco per quale motivo

nasa ingenuity decollo
La Nasa ha ufficialmente rimandato il decollo di Ingenuity su Marte (Adobe Stock)

Una decisione resa nota poche ore fa tramite un comunicato ufficiale: la Nasa ha ufficialmente posticipato e riprogrammato lo storico decollo dell’elicottero Ingenuity su Marte. Il test avvenuto nelle scorse ore è stato completato con successo, e il primo decollo ufficiale sarebbe dovuto avvenire nella notte tra domenica e lunedì, ossia intorno alle ore 12:30 locali su Marte.

Il cambio di programma è però ufficiale, e le motivazioni sono state spiegate dal Nasa Jet Propulsion Laboratory tramite un post sul suo blog ufficiale. “Abbiamo deciso di posticipare il primo volo sperimentale di Ingenuity non prima del prossimo 14 aprile. La scelta è stata presa in seguito ai dati del veivolo che ci sono giunti venerdì notte” si legge sul sito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il Covid-19 agisce anche all’aperto? La risposta arriva da una ricerca

Nasa, quando avverrà il decollo di Ingenuity su Marte

nasa ingenuity decollo
Il motivo è stato svelato sul blog ufficiale (Adobe Stock)

Nulla di preoccupante, comunque. A seguito degli ultimi dati rinvenuti lo scorso venerdì notte, la Nasa ha deciso di sospendere momentaneamente e programmare nuovamente il primo storico decollo di Ingenuity su Marte. Si tratterà di un’impresa chiamata ad entrare negli annali, che ricorda molto quanto fatto dai fratelli Wright sulla Terra. Nello specifico, la scelta è stata fatta in seguito ad un errore registrato durante uno degli spin test ad alta velocità dei rotori dell’elicottero. Ancora non è stata dichiarata la data ufficiale del nuovo decollo, ma sicuramente: “Non avverrà prima del 14 aprile“.

FORSE TI INTERESSA ANCHE >>> Music Information Retrieval: come il calcolatore elabora la musica – VIDEO

Sale l’attesa tra gli appassionati del tema, che lo scorso 18 febbraio sono rimasti a bocca aperta nel vedere il rover atterrare nel cratere Jezero di Marte. Le immagini sono ancora sotto gli occhi di tutti, e l’idea generale è che già sia stata compiuta un’impresa storica. Con questo decollo, l’impresa avrebbe ancor più materiale da poter poi mostrare a tutti. Il veivolo è infatti dotato di numerose telecamere integrate e di un microfono, in grado di captare sia immagini in alta definizione del Pianeta Rosso che l’audio.