Microsoft Lumia e Nokia N1, facciamo un po' di chiarezza

Nel 2013 la Microsoft aveva annunciato l'intenzione di acquisire la divisione Dispositivi & Servizi di Nokia per la cifra di 3,79 miliardi di euro, ma a marzo 2015 i giornali presentano l'anteprima del tablet Nokia N1. Cosa ci sfugge?

Il 3 settembre 2013 l’azienda Microsoft annuncia di aver acquisito la divisione Dispositivi & Servizi di Nokia per la cifra di 3,79 miliardi di euro; la divisione presiede agli smartphone Lumia e Asha. Microsoft acquisisce anche i brevetti di Nokia per 1,65 miliardi di euro per un totale di 5,44 miliardi.

La condizione che Microsoft pone alla Nokia sarà quella di non produrre dispositivi mobili con il proprio marchio fino al 31 dicembre 2015; in questo modo la Microsoft potrà sfruttare il marchio Nokia per promuovere la gamma Lumia per 18 mesi dopo la chiusura della transazione ed usufruirà dei brevetti su licenza per 10 anni ed anche di più in caso di proroga. Microsoft, perciò, ha tolto il marchio all’azienda finlandese ed i Lumia diventano suoi.

Ma a marzo di quest’anno arrivano le notizie dell’anteprima di un nuovo dispositivo prodotto dalla Nokia: un tablet Android, che chiama N1. Sicuramente chi ha letto l’articolo si è detto: “ma come, la Nokia non era stata acquisita da Microsoft?”  

In realtà alcune informazioni sulla vicenda sono state omesse ed hanno creato una certa confusione negli utenti sugli ultimi sviluppi del business dei due colossi tecnologici.

In merito all’accordo che le due aziende hanno firmato, bisogna andare avanti di circa 7 mesi, per arrivare giorno in cui, dopo una disputa sul pagamento delle tasse da parte di Nokia legate ad uno stabilimento in India, fatto che ha ritardato di parecchi mesi la stipula del contratto, il 25 aprile 2014 Microsoft e Nokia firmano l’accordo dell’acquisizione della divisione, che da ora in poi si chiamerà Microsoft Mobile.

Microsoft, quindi, annuncia che:

  1. Gli ultimi dispositivi con il marchio Nokia sono i Lumia 730, 735 e 830
  2. Windows Phone verrà eliminato a favore del progetto Windows 10
  3. Il marchio Nokia non esiste più.

A novembre dello scorso anno Microsoft lancia sul mercato il primo Lumia Microsoft: Lumia 535.

Dopo solo una settimana, il 18 novembre, Nokia lancia sul mercato un nuovo tablet  con sistema operativo Android 5.0 Lollipop, che si chiama N1.

Per fare chiarezza sulla vicenda, bisogna aggiungere che l’accordo secondo cui la Nokia si impegnava a non produrre dispositivi mobili evidentemente non contemplava tutto il globo.

Infatti, sebbene il tablet Nokia N1 sia stato pensato e sviluppato in Finlandia, la produzione e la vendita del nuovo dispositivo Nokia sono state affidate ad un’azienda cinese, la Foxconn, che in passato è stata tra i principali fornitori della Apple, Samsung e di altre società nel settore degli smartphone e dei tablet.

Per cui, a febbraio 2015 il Nokia N1 è stato prima introdotto sul mercato cinese e poi portato successivamente nei mercati occidentali.

Ricapitolando:

  • Il tablet Nokia N1 è un prodotto Foxconn su licenza; infatti, Casa Nokia riceve il pagamento di un canone da parte della  Foxconn per la fruizione del suo marchio;
  • I Lumia ora sono marchiati Microsoft; e l’azienda Nokia ha lasciato l’ambito Windows Phone; la società di Redmond non intende usare l’etichetta Nokia, perché vuole portare alla luce il marchio Microsoft sul mercato degli smartphone e tablet;
  • Foxconn produrrà un tablet Android con il marchio Nokia, che è stato concesso su licenza dall’azienda finlandese.