Meta pagherà chi posta contenuti su Facebook e Instagram: tutti i dettagli

Stando a quanto emerso in rete, Meta starebbe pensando di introdurre un metodo di pagamento per chi pubblica su Facebook ed Instagram

Un progetto decisamente ambizioso e che attirerebbe l’interesse di milioni di utenti sparsi per il mondo. Stando a quanto ha rivelato il Financial Times, Meta starebbe pensando di introdurre monete virtuali all’interno di Facebook ed Instagram.

meta nft token 20220409 cellulari.it
Pare che Meta abbia in mente un progetto molto ambizioso per le sue piattaforme principali (Adobe Stock)

Delle sorta di “token social” o “token reputazionali”, che le persone potranno ottenere contribuendo nei gruppi di Facebook, creando contenuti su Instagram e così via. Ovviamente stiamo parlando di semplici indiscrezioni, e non di un piano ufficiale (per ora). Oltre a questo, sembra ormai certo che Meta voglia integrare anche gli NFT all’interno delle sue applicazioni. Già a partire da maggio.

Meta tra token social e NFT: i piani per il futuro

meta nft token 20220409 cellulari.it
Si parla della possibilità di accedere a token social o reputazionali, oltre che all’ingresso degli NFT (Adobe Stock)

Il progetto legato ai token social o reputazionali sicuramente affascina. Gli utenti avrebbero la possibilità di ottenere monete virtuali su Facebook ed Instagram, pubblicando contenuti o mostrandosi attivi. Ancora non è chiaro però in che modo la moneta virtuale possa essere ricevuta. Si potrà convertirla in denaro reale? Sarà utile per sbloccare benefici all’interno delle varie piattaforme? Per ora, si sa poco e nulla. Possiamo certamente aspettarci una moneta virtuale centralizzata, meno soggetta a restrizioni rispetto alle criptovalute su blockchain. Un po’ come succede sui videogiochi alla Roblox.

Tornando agli NFT, invece, sembra che su Facebook già da metà maggio dovrebbero comparire le prime novità. Oltre che alla compravendita, sarà anche possibile crearne di nuovi ed entrare a far parte di gruppi chiusi in base al possesso di determinati Non-Fungible Token.

Vedremo cosa accadrà nei prossimi mesi. L’idea di Meta è quella di tornare sulla cresta dell’onda, visto l’interesse – soprattutto dei più giovani – che sta andando calando di giorno in giorno. Soprattutto per quanto riguarda Facebook, ormai dimenticato dalla Gen Z a favore di TikTok ed Instagram. Un fenomeno ormai dato per assodato, nonostante comunque Meta coinvolga 3,59 miliardi di persone con tutto il suo ecosistema di app (Facebook, Instagram e WhatsApp).