E’ sicuro lasciare l’Apple Watch in carica durante la notte?

In molti approffittano delle ore notturne, mentre si dorme, per mettere in carica i sempre più numerosi dispositivi che ci accompagnano nel corso della giornata. Se da una parte è vero che l’autonomia delle batterie è andata via via aumentando nel corso degli ultimi anni, è altresì confermato che uscire la mattina di casa con la batteria non al massimo genera una sorta di ansia in molti degli utenti. Nel caso specifico parliamo di Apple Watch, ci sono particolari controindicazioni a lasciarlo in carica durante la notte?

apple watch
Ci sono controindicazioni a lasciare l’Apple Watch in carica durante la notte? (AdobeStock)

Con una autonomia di circa 18 ore, Apple Watch mette al sicuro gli utenti dalla maggior parte dei rischi di essere “lasciati a piedi” sul più bello. Allo stesso tempo però sono le ore notturne quelle per definizioni dedicate alla ricarica dei tanti dispositivi elettronici. Ma rappresenta forse un problema tenere il nostro smartwatch in carica per tutta la notte? E, soprattutto, è ancora una pratica necessaria? A fare chiarezza è il portale specializzato AndroidAuthority, che risponde a diversi dubbi in materia.

Apple Watch: ci sono controindicazioni a lasciarlo in carica durante la notte?

apple watch
E’ sicuro lasciare l’Apple Watch in carica durante la notte? (AdobeStock)

Partiamo dalla risposta più ambita: no, non ci sono assolutamente problemi a lasciare l’Apple Watch in carica durante la notte. Ma è davvero necessario? Andiamo a vedere nel dettaglio i pro e i contro di quella che per molti è una vera e propria abitudine. Partiamo dal presupposto che proprio per come è progettato, l’Apple Watch esegue una ricarica rapida della batteria dallo 0 all’80%, salvo poi passare a quelle che vengono definite “ricariche di mantenimento” fino al raggiungimento del 100%. Di più, con la Series 7 i tempi sono stati ulteriormente ridotti grazie ai numerosi miglioramenti implementati. Una carica dell’Apple Watch Series 7 da 0 a 80% infatti, richiede appena 45 minuti.

Questi tempi ridotti di conseguenza rendono la ricarica notturna niente più che un’opzione dunque, essendo molteplici i momenti nel corso della giornata in cui ci si può privare dell’orologio per tre quarti d’ora o poco più. Allo stesso tempo l’Apple Watch vanta diverse funzioni di monitoraggio del sonno, dalla durata alla qualità; per far ciò però, è ovviamente necessario tenerlo al polso anche mentre si dorme. Proprio nell’ambito dell’utilizzo notturno sono in commercio diversi accessori compatibili con la cosiddetta Nightstand Mode; si tratta fondamentalmente di supporti pensati per tenere il nostro Apple Watch sul comodino, mentre è in ricarica, a far le veci della vecchia e chiara radiosveglia, con una serie di dati – l’ora su tutte – sempre visibili (la modalità Nightstand si attiva da Impostazioni, Generali).

Ricapitolando dunque: Apple Watch può restare tranquillamente collegato al suo caricabatterie tutta la notte, una volta completata la ricarica sarà lo stesso processore a prevenire eventuali sovraccarichi. Durante la ricarica lo smartwatch potrebbe essere soggetto a leggeri surriscaldamenti, altra cosa perfettamente normale. In definitiva è la stessa Apple a non evidenziare particolari controindicazioni per una ricarica notturna, anche prolungata.