Meta, nuove funzionalità in arrivo per Instagram: c’è il Parental Control

Controllo e supervisione. La base gettata da Meta per trovare l’altezza della situazione in primis su Instagram ma anche su Facebook. Dopo un 2021 pesante da mandare giù, soprattutto in tema di sicurezza, Mark Zuckerberg sembra fermamente intenzionato a offrire social più sicuri, nel quale i giovani (ma anche i genitori) si sentano più tutelati.

A tal riguardo, Meta sta lanciando una nuova serie di strumenti di controllo e supervisione dei genitori sia per Instagram che per Quest VR, che affrontano gli elementi chiave che riguardano l’utilizzo e l’esposizione tra gli utenti più giovani.

Meta 20220321 cell
Meta – Adobe Stock

Genitori e tutori sanno cosa è meglio per i loro figli”. Adam Mosseri spiega così il nuovo piano di Instagram. Tutto parte da una promessa: “Mi sono impegnato a sviluppare nuovi strumenti di supervisione che consentano ai genitori più coinvolgimento nelle esperienze dei loro ragazzi”.

Parental Control ma non solo: la visione più ampia del Family Center

Parental Control 20220321 cell
Parental Control – Adobe Stock

Sono in arrivo una serie di strumenti di supervisione che andranno ad innovare il nuovo Centro famiglia. “Abbiamo lavorato a stretto contatto con esperti, genitori, tutori e adolescenti per sviluppare Family Center – continua il numero uno di Insta – un nuovo luogo in cui i genitori possono supervisionare gli account dei propri figli all’interno delle tecnologie Meta, impostando e utilizzando strumenti di supervisione, per accedere a risorse su come comunicare con i propri figli su Internet”.

Il Parental Control è la prima grande novità, in arrivo per il momento soltanto per gli utenti degli Stati Uniti, ma Meta ha già fatto sapere l’intenzione di espandere la nuova funzione a livello globale.

La visione più ampia del Family Center è che alla fine diventerà un hub da cui i genitori possono supervisionare tutti gli aspetti dell’utilizzo delle app di Meta da parte dei loro figli, inclusa la realtà virtuale, che è stata aggiunta anche come componente nella versione iniziale.

Su IG, i genitori potranno utilizzare il Centro Famiglia per vedere quanto tempo trascorrono i loro figli nell’app e impostare limiti di tempo, ricevere notifiche quando il figlio ha segnalato qualcuno o aggiornamenti su quali account seguono i propri figli.

Instagram afferma che nei prossimi mesi aggiungerà più funzionalità, tra cui la possibilità per i genitori di impostare le ore durante le quali i loro figli adolescenti possono utilizzare Instagram e la possibilità per più di un genitore di supervisionare l’account di un bambino.

In VR, Meta aggiunge anche una gamma di nuovi strumenti di controllo e supervisione, a cominciare dalla possibilità per i genitori di collegarsi all’account dei propri figli. I genitori potranno quindi approvare i download di app da parte del figlio, bloccare app specifiche, visualizzare il tempo di utilizzo del visore, monitorare i propri amici Oculus e bloccare Link e Air Link, impedendo al bambino di accedere ai contenuti dal PC sul visore Quest.

Meta sta anche espandendo la capacità di utilizzare schemi di sblocco per limitare l’accesso a determinate app e funzionalità VR. “Oggi puoi creare una sequenza di sblocco come ulteriore livello di sicurezza – chiosa Mosseri – per impedire ad altri di accedere al tuo dispositivo o alle password salvate. A partire da aprile, introdurremo la possibilità per le persone di utilizzare la sequenza di sblocco per bloccare app specifiche direttamente dalla realtà virtuale”.