Messenger, Mark Zuckerberg dà il placet: crittografia end-to-end per tutti

Chat o chiamate, fa lo stesso. Meta riunisce ufficialmente tutto sotto la tettoia della crittografia end-to-end, quel sistema di comunicazione cifrata che permette solo alle persone che stanno dialogando di poter leggere i propri messaggi.

Non sarà ancora di default, ma Mark Zuckerberg e la società che controlla Facebook (e non solo) avrebbero finalmente posto fine a una questione che fra rinvii e reclami, si stava protraendo da troppo tempo.

Crittografia end-to-end 20220129 cell
Zuckerberg introduce la E2EE nelle chat di Messenger – Adobe Stock

Stiamo implementando l’opzione per effettuare chiamate vocali e videochiamate crittografate end-to-end su Messenger, insieme a controlli aggiornati per la scomparsa dei messaggi”. Comincia così un post sul blog ufficiale dal sapore di annuncio.

Meta imbraccia la doppietta: crittografia per chat e chiamate. Nel nome della sicurezza

Meta 20220129 cell
Meta si concentra sulla sicurezza dei suoi utenti – Adobe Stock

Le persone – si legge – si aspettano che le loro applicazione di messaggistica siano sicure e private e, con queste nuove funzionalità, stiamo dando loro un maggiore controllo su quanto private vogliono che siano le loro chiamate e chat”.

LEGGI ANCHE >>> Redmi Note 11 vs Redmi Note 10, scheda tecnica a confronto

Meta imbraccia la doppietta: gli utenti di Messenger, infatti, ora avranno due opzioni per attivare le chiamate e video crittografate end-to-end, che non saranno implementate, per il momento, di default. “Dal 2016 offriamo la possibilità di proteggere le tue chat di testo individuali con la crittografia end-to-end – spiega Meta – nell’ultimo anno, abbiamo assistito a un’impennata nell’uso delle chiamate audio e video con oltre 150 milioni di videochiamate al giorno su Messenger. Ora stiamo introducendo le chiamate in questa modalità di chat in modo da poter proteggere le tue chiamate audio e video con questa stessa tecnologia, se lo desideri”.

LEGGI ANCHE >>> Green Pass direttamente nel Wallet, ecco come fare con iOS 15.4

Le novità che ha in mente Mark Zuckerberg, almeno per il futuro prossimo, è l’inclusione di altre funzionalità oltre la crittografia-end-to-end per tutti: supporto a GIF, sticker e reazioni ai messaggi anche per le chat protette dal sistema, compresi controlli aggiornati sulla scomparsi dei messaggi, sempre nel nome di sicurezza e privacy.

Abbiamo anche aggiornato la funzione dei messaggi in scadenza nelle nostre chat crittografate end-to-end. Le persone non vogliono o hanno bisogno che i loro messaggi rimangano sempre in giro e i controlli del timer consentono a qualcuno di decidere quando i loro messaggi scadono nella chat”.

Lo scopo di Meta è dichiarato ufficialmente: “Abbiamo aggiornato questa impostazione per fornire più opzioni alle persone nella chat per scegliere la quantità di tempo prima che tutti i nuovi messaggi scompaiano, da un minimo di 5 secondi a un massimo di 24 ore”.

Prossimamente, quindi, via ai test all’interno di queste chat, completamente crittografate: chat di gruppo, ma anche chiamate vocali e video, per tutti coloro che hanno già un thread di chat esistente, o sono già connessi.

Inizieremo anche un test per far funzionare i tuoi controlli di consegna con le tue chat crittografate end-to-end – conclude Meta – in questo modo, puoi prevenire interazioni indesiderate decidendo chi può raggiungere il tuo elenco di chat, chi va alla cartella delle tue richieste e chi non può inviarti messaggi”.