LineageOS 18.1 finalmente disponibile sui Google Pixel: tutti i dettagli

La custom ROM LineageOS 18.1 sta venendo allargata anche ai primi modelli della generazione Pixel. Ecco di cosa si tratta

Anche Google Pixel e Google Pixel XL saranno compatibili con la customer ROM LineageOS 18.1 basata su Android 11. I due device sono stati presentati ormai sei anni fa, con installato di default il sistema operativo Android 7.1 Nougat. Con il lancio dei Pixel 6 e 6 Pro, Big G ha deciso di interrompere il supporto ufficiale dei suoi primi device.

lineageos 18.1 20220325 cellulari.it
Nuovo aggiornamento della custom ROM LineageOS 18.1 disponibile per i Google Pixel e Pixel XL (Adobe Stock)

Ed è proprio qui che entra in gioco LineageOS, alternativa non ufficiale al robottino verde. Anche Redmi Note 8 e Note 8T hanno ricevuto l’aggiornamento per via ufficiale e, almeno per il momento, non sono stati segnalati particolari bug o problemi di alcun genere.

LineageOS 18.1, tutti i dettagli dell’update

lineageos 18.1 20220325 cellulari.it
Ecco tutti i dettagli sull’update e cosa bisogna fare per installare il software con le correzioni dei bug (Adobe Stock)

Tra le customer ROM più popolari e diffuse dell’intero panorama Android, LineageOS si è finalmente aggiornata alla versione 18.1 ed è disponibile anche per Google Pixel, Pixel XL, Redmi Note 8 e Note 8T. Diverse le novità introdotte con l’ultimo update, a partire dalla solita correzione di bug e problemi vari. Tra questi, un fix legato alla funzionalità “Hey Google”. Pare infatti che, nella precedente versione, moltissimi utenti non riuscissero più ad accedere alla feature o comunque avevano problemi con il suo utilizzo.

Ricordiamo che LineageOS 18.1 non è disponibile di default sui device sopracitati. Bisogna innanzitutto accedere alle impostazioni del device e installare una custom recovery come TWRP. Altra informazione della quale tener conto riguarda le app pre-installate di Big G. Per accedervi, bisogna scaricare il pacchetto GApps dopo aver installato la ROM. A questo punto, si potrà procedere col download di tutti i software tradizionali che il gigante di Mountain View mette a disposizione dei propri utenti. Se siete in possesso di un Google Pixel o di un Redmi Note e volete provare a “smanettare”, la custom ROM rappresenta una soluzione ideale per allungare la vita al vostro smartphone con tutte le ultime novità.