La tecnologia è pronta a sconvolgere il mondo del calcio, cambierà tutto | Un’innovazione senza precedenti

Non solo VAR. I Mondiali in programma quest’inverno porteranno ulteriori novità a livello tecnologico, con un aiuto alla classe arbitrale totale. Ecco tutti i dettagli a riguardo

Da ormai qualche anno, la tecnologia è entrata prepotentemente a far parte del mondo del calcio. Basti pensare alla goal line technology, con sensori inseriti direttamente all’interno dei palloni e che mandano segnali istantanei agli arbitri in caso di superamento della linea di porta. E poi ovviamente la VAR, tanto discussa e non esente da polemiche, ma che inevitabilmente ha cambiato il modo di intendere lo sport. 

calcio var 20220712 cellulari.it
La tecnologia torna ad interessare il mondo del calcio. Presto arriverà una novità pazzesca (Unsplash)

Ora sembra che l’ambiente sia pronto ad un’ennesima rivoluzione. Nello specifico, la FIFA stessa ha annunciato che presto arriverà l’intelligenza artificiale ad aiutare gli arbitri. A partire dai Mondiali del 2022 in Qatar, la tecnologia sarà in grado di individuare il fuorigioco. In che modo? Tracciando direttamente il corpo dei giocatori.

Anche il fuorigioco segnalato dalla tecnologia: tutto sul progetto per i Mondiali 2022

calcio var 20220712 cellulari.it
In vista dei Mondiali 2022 in Qatar, verranno utilizzate telecamere e sensori per rilevare i movimenti dei giocatori e calcolare il fuorigioco (Pixabay)

A partire dai prossimi Mondiali in programma quest’inverno in Qatar, la FIFA sperimenterà una nuova tecnologia che si basa sull’intelligenza artificiale. Il sistema si appoggerà su un sensore inserito all’interno dei palloni, che riuscirà a comunicare la propria posizione sul campo 500 volte al secondo. Verranno poi installate 12 videocamere sotto il tetto degli stadi che, attraverso il machine learning, riusciranno a tracciare 29 punti dei corpi dei giocatori. La posizione degli stessi verrà registrata 50 volte al secondo.

Così facendo, sarà possibile capire cosa accade in qualsiasi istante. L’idea è di sfruttare il sistema per calcolare il fuorigioco. Ogni qualvolta un giocatore si troverà al di là della linea dei difensori, verranno inviati avvisi automatici agli arbitri. Ma prima, ci sarà una camera di controllo adibita, con altri ufficiali che avranno il compito di revisionare le immagini e capire se effettivamente si parla di offside. Il sistema lavorerà in pochi secondi, così da non portare a fastidiose interruzioni durante il singolo match.