iPhone, il tallone di Achille delle fotocamere: non agganciateli mai a questi veicoli

L’esposizione a vibrazioni, come quelle generate dai motori ad alta potenza, potrebbe avere un impatto negativo sulle fotocamere degli iPhone. Ad ammetterlo è proprio Apple.

Apple (Adobe Stock)
Apple (Adobe Stock)

La fotocamera di un Melafonino aiuta a scattare splendide foto in qualsiasi situazione (soprattutto dall’11 in poi), dai momenti quotidiani ai ritratti di qualità professionale. I sistemi di fotocamera avanzati di alcuni modelli di iPhone includono tecnologie come la stabilizzazione ottica dell’immagine e l’autofocus a circuito chiuso, con l’intenzione di scattare super anche in condizioni difficili.

Ma questi sistemi, che funzionano per contrastare automaticamente il movimento, le vibrazioni e gli effetti della gravità per consentirti di concentrarti sullo scatto di qualità, possono reggere fino a un certo punto.

“Anche per i veicoli con motori di piccola cilindrata, sempre meglio supporto antivibrante”

Apple Car (Adobe Stock)
Apple Car (Adobe Stock)

Già, da Cupertino arriva un report che profuma di monito. I motori delle moto ad alta potenza o ad alto volume generano intense vibrazioni di grande ampiezza, che vengono trasmesse attraverso il telaio e il manubrio.

Non è consigliabile collegare il tuo iPhone a moto con motori ad alta potenza o ad alto volume”. L’invito di Apple sa di avvertimento. Ecco il perché: “A causa dell’ampiezza della vibrazione in determinate gamme di frequenza che generano problemi di funzionamento – si legge nel report griffato dalla Mela Morsicata – Il collegamento del tuo iPhone a veicoli con motori elettrici o di piccola cilindrata, come ciclomotori e scooter, può portare a vibrazioni di ampiezza relativamente inferiore, ma in tal caso si consiglia un supporto antivibrante per ridurre il rischio di danni al tuo iPhone e al suo sistemi OIS e AF. Si raccomanda inoltre di evitare l’uso regolare per periodi prolungati per ridurre ulteriormente il rischio di danni”.

I sistemi OIS e AF ad anello chiuso di iPhone sono progettati per durare nel tempo. Tuttavia, come nel caso di molti dispositivi elettronici di consumo che includono sistemi come OIS, l’esposizione diretta a lungo termine a vibrazioni di ampiezza elevata entro determinati intervalli di frequenza può degradare le prestazioni di questi sistemi e portare a una riduzione della qualità dell’immagine per foto e video. Da Cupertino: “Si consiglia di evitare di esporre il tuo iPhone a vibrazioni estese ad alta ampiezza”.

LEGGI ANCHE >>> Volantino Unieuro, Galaxy S21 e iPhone 12 a prezzi stracciati con gli “Sconti di Settembre”

OIS è disponibile su iPhone 6 Plus, iPhone 6s Plus e iPhone 7 e versioni successive, incluso iPhone SE di seconda generazione. La fotocamera Ultra Wide su iPhone 11 e versioni successive non dispongono, invece, di OIS, né la fotocamera con teleobiettivo su iPhone 7 Plus e iPhone 8 Plus. L’AF ad anello, invece, chiuso è disponibile su iPhone XS e successivi, incluso iPhone SE seconda generazione.

LEGGI ANCHE >>> Apple Watch 8 saranno ben diversi da quelli attuali: tante modifiche in arrivo

Da capire se sarà così sugli iPhone 13. Che verranno presentati il prossimo 14 settembre (alle 19 italiane), durante il California Streaming, l’evento in diretta online dallo Lo Steve Jobs Theater, l’auditorium nell’Apple Park di Cupertino.