iPhone 14, il brevetto di Apple potrebbe cambiar marcia alla fotocamera

I prossimi iPhone 14 potrebbero introdurre importanti miglioramenti alle fotocamere, come evidenziato da un particolare brevetto depositato da Apple e approvato in queste ore.

iPhone 14 fotocamera a periscopio
Apple è pronta a migliorare la fotocamera dei suoi iPhone (AdobeStock)

Non soltanto display e moderne tecnologie di ricarica rapida. Il lavoro di Apple sulla prossima serie iPhone 14 potrebbe convogliare pure su un altro importante fronte: la fotocamera principale. Ma a differenza delle prime due richiamate caratteristiche – verosimilmente parte integrante di tutti i modelli attesi al debutto a settembre 2022 – i miglioramenti riconducibili al comparto fotografico potrebbero invece costituire prerogativa esclusiva della variante Pro Max. Quella, per inciso, maggiormente votata ad aggiunte più particolari, anche in ragione di un listino senza dubbio importante.

Il discorso è più che aleatorio e lo conferma la domanda di brevetto depositata dalla stessa Apple nell’ormai lontano 2019; l’incartamento del gigante di Cupertino avrebbe ottenuto proprio in queste ore il fatidico lasciapassare da parte delle agenzie specializzate in America, lanciando dunque un assist al bacio per la prossima gamma di smartphone con a bordo il sistema operativo iOS.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Xiaomi Mi 12, le prime specifiche sono da urlo: è questo il nuovo flaghip killer?

iPhone 14 Pro Max farà da apripista delle fotocamere a periscopio?

iPhone 14 fotocamera a periscopio
La fotocamera a periscopio potrebbe debuttare su iPhone 14 Pro Max (AdobeStock)

La tecnologia messa a punto da Apple prevede l’impiego di una fotocamera con lente periscopica, aggiunta quest’ultima sempre più al centro degli ultimi sviluppi dell’industria mobile dopo l’approdo ufficiale sull’attuale Huawei P40 Pro. L’intenzione del gigante di Cupertino appare lapalissiano: migliorare lo zoom di uno dei sensori incastonati sul posteriore degli iPhone, superando in scioltezza le difficoltà tecniche legate al risibile spessore della scocca (che impedirebbero, di fatto, di installare obiettivi di un certo rilievo).

Per accondiscendere al risultato, Apple avrebbe sperimentato una soluzione caratterizzata dalla presenza di un modulo fotografico composto da più obiettivi: tale modulo includerebbe due prismi e un sistema di lenti posizionato a metà strada tra i prismi stessi, il cui scopo sarebbe quello di riflettere la luce con un angolo retto. Come si evince dall’immagine pubblicata a contorno della notizia, il gigante di Cupertino potrebbe quindi aver trovato un modo per disporre orizzontalmente gli obiettivi sullo smartphone – in luogo della classica soluzione verticale, come prerogativa della maggior parte degli attuali dispositivi mobili – e offrire agli utenti uno zoom maggiore, senza che la fotocamera sporga eccessivamente sul retro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il Covid spinge la digitalizzazione: boom di acquisti online e cashless

La novità, come preannunciato in apertura, potrebbe sbarcare sul prossimo iPhone 14 Pro Max, capostipite del nuovo corso fotografico degli smartphone di Apple.