iPhone 14, un brevetto suggerisce importanti modifiche al display

Un brevetto pubblicato di recente da Apple suggerisce il possibile impiego di importanti miglioramenti al display dell’iPhone 14.

iPhone 14 brevetto display
Apple studia ad una soluzione per migliorare la resistenza dei display degli iPhone (AdobeStock)

Apple sta sperimentando alcune innovative soluzioni con lo scopo di render più sottile e resistente il vetro del display degli iPhone. Lo conferma la redazione di Apple Insider, che ha scovato in questi giorni una domanda di brevetto depositata dal gigante di Cupertino presso lo specializzato organismo americano “United States Patent and Trademark Office”.

Il congegno al vaglio di Apple si staglierebbe come ulteriore perfezionamento della tecnologia “Ceramic Shield” recentemente inaugurata sull’ultima serie iPhone 12. Per chi non lo sapesse, infatti, gli attuali smartphone iOS possono fregiarsi di un display dotato di una maggiore resistenza ai graffi e agli urti, grazie per l’appunto all’aggiunta di uno strato di cristalli nanoceramici a copertura del pannello: da qui trova così spiegazione il nome coniato dal sodalizio di Tim Cook – “shield”, infatti, è l’equivalente italiano di “scudo”.

Il brevetto depositato da Apple è ancor più innovativo, in quanto prevede l’inserimento di una particolare struttura di supporto in vetro da posizionare strategicamente a metà strada tra lo schermo e la scocca metallica dello smartphone. Un layer aggiuntivo, insomma, che pur tuttavia non andrebbe ad inficiare sullo spessore generale del dispositivo, giacché tale componente sarà abbinato ad un vetro protettivo del display molto più sottile rispetto alle attuali soluzioni in commercio.

POTREBBE INTERESSARTI>>> iPhone 13, notizie incoraggianti in vista della data di uscita

Una struttura a tre livelli

iPhone 14
Apple potrebbe migliorare il display degli iPhone nei prossimi due anni, tanto sotto il fronte visivo, quanto in quello della resistenza (AdobeStock)

Il posizionamento di questa struttura di “rinforzo” darà perciò modo di migliorare la capacità dello schermo di resistere ai graffi e agli urti accidentali, essendo quest’ultimo molto più robusto grazie all’implementazione di un meccanismo aggiuntivo di supporto. Per render meglio l’idea, potremmo immaginare il congegno di Apple come una struttura a tre stradi: quella inferiore corrisponde alla scocca dello smartphone, mentre quella centrale identifica il layer di supporto sul quale verrà posizionato il display; l’elemento superiore, invece, è il vetro protettivo dello schermo, quello che negli smartphone Android è conosciuto come il “Gorilla Glass” della specializzata azienda Corning. Tutt’e tre gli elementi andranno ad attaccarsi vicendevolmente senza compromettere lo spessore della scocca, grazie per l’appunto ad un vetro protettivo molto più sottile ma al tempo stesso della medesima efficacia.

POTREBBE INTERESSARTI>>> iOS 15 potrebbe avere 5 nuove funzioni: i dettagli

L’incartamento presentato da Apple dovrà naturalmente essere tradotto in dati concreti e a questo punto ci aspettiamo un possibile esordio del meccanismo in occasione del lancio del prossimo iPhone 14. In ogni caso, la generazione di smartphone attesa a settembre – per l’appunto iPhone 13 – sarà comunque ambasciatrice di miglioramenti al display, non in termini di resistenza ma di qualità visiva, stante l’imminente debutto della tecnologia di frequenza di aggiornamento a 120Hz.