Iliad, dopo le polemiche ecco la soluzione: risolti i problemi di ricarica

Fino a stamattina i clienti Iliad hanno registrato pesanti problemi nel ricaricare la propria SIM online. Il disservizio – risolto soltanto da qualche ora – campeggiava da ormai diversi giorni e interessava le carte di pagamento Mastercard.

Problemi Iliad
Problemi con la ricarica online della SIM Iliad (AdobeStock)

Molteplici clienti Iliad hanno sperimentato da diversi giorni alcuni disservizi legati ai sistemi di ricarica. Inequivocabili sono in tal senso le segnalazioni che campeggiano sulle pagine social della compagnia telefonica guidata dall’amministratore delegato Benedetto Levi. Il problema assumeva peraltro una certa importanza, giacché impediva ai consumatori di ricaricare online la propria SIM, con consequenziale impossibilità di sfruttare – nell’eventualità di credito insufficiente – l’offerta attiva sul numero di cellulare: per navigare ad Internet o, più semplicemente, effettuare chiamate o messaggi, si doveva infatti ricorrere alle tariffe previste a “consumo”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Cashback cambia ancora: una brutta notizia per tutti gli utenti

I disservizi si registrano dallo scorso 16 aprile e soltanto in data odierna sono stati risolti dal gestore francese. Si trattava, ad ogni buon conto, di una stortura relativa al meccanismo di pagamento sul sito ufficiale Iliad: laddove si provava ad effettuare una ricarica, il sistema generava un errore che avvisava gli utenti della mancata validità delle informazioni inserite (dunque carta di credito o carta prepagata inesistente o non attiva), oppure del mancato supporto del “3D Secure” sulla carta di pagamento inserita. In realtà, il problema pareva affliggere anche quei consumatori che sono in possesso di una carta su cui il 3D Secure – ossia quel meccanismo di protezione aggiuntivo che richiede all’utente di inserire un PIN o l’impronta digitale per confermare l’operazione di pagamento – sia correttamente attivo.

Come aggirare l’ostacolo

Problemi Iliad ricarica SIM
La strada maestra delle ricevitorie (AdobeStock)

Per non avere conseguenze impattanti, l’unico rimedio – almeno fintanto che Iliad non provvederà a correggere il bug – era quello di recarsi in ricevitoria (Sisal e Lottomatica) ed effettuare una ricarica manuale; altro modo era raggiungere le Simbox Iliad dislocate nei vari esercizi commerciali italiani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Banda larga, ecco quanto spendono in media gli italiani

Stando ad alcune ricostruzioni in rete, l’impossibilità a ricaricare online la SIM Iliad coinvolgerebbe soltanto le carte di pagamento Mastercard; tagliate fuori, di conseguenza, quelle con circuito Visa. Come ribadito nelle righe precedenti, Iliad ha provveduto a risolvere i disservizi in data odierna e a ripristinare l’effettuazione delle ricariche online tramite il proprio sito ufficiale.