Il mercato è tracollato, le vendite sono bassissime | Un periodo di crisi

Canalys ha pubblicato il suo report legato al secondo trimestre del 2022 in merito alla vendita degli smartphone in tutto il mondo. I numeri sono piuttosto eloquenti e iniziano a preoccupare

Forse qualcosa sta cambiando. I consumatori non vogliono più cambiare smartphone di frequente, ma anzi puntano sulla garanzia di qualità e sul lungo utilizzo di uno stesso modello. Lo dicono i numeri: non si vendono più così tanti telefoni come un tempo. A confermare la tesi ci ha pensato Canalys con il suo report legato al secondo trimestre del 2022.

smartphone 20220720 cellulari.it
Il mercato degli smartphone è in crisi a livello di vendite, come confermato da un recente report (Adobe Stock)

Facendo un confronto con lo stesso periodo dell’anno scorso, il quadro è piuttosto preoccupante. Si registra un vistoso calo delle vendite, con una differenza nei 12 mesi che si avvicina al 9%. Mai prima d’ora era accaduto un fenomeno di questo tipo e, secondo le previsioni, si andrà avanti così anche negli anni a venire.

I numeri relativi alle vendite degli smartphone negli ultimi mesi

smartphone 20220720 cellulari.it
A salvarsi sono solo Apple e Samsung (Adobe Stock)

I motivi che stanno portando ad un calo delle vendite così importante sono molteplici. Innanzitutto il livello raggiunto dalla tecnologia in generale, che non facilita l’evoluzione. Ovviamente le grandi aziende stanno puntando su fotocamere più potenti, batterie più durature, materiali eleganti, resistenti e chi più ne ha più ne metta. Tutti elementi che attirano l’interesse dei consumatori, ma probabilmente non abbastanza da convincerli ad un nuovo acquisto.

Stando ai dati di Canalys, le uniche due aziende che si salvano sono Samsung ed Apple. La prima continua ad essere la leader del mercato, con un +3% di vendite rispetto allo scorso anno. La sua quota è infatti passata dal 18% al 21%, un incremento lieve ma da sottolineare. Secondo posto per Apple, che è riuscita a superare Xiaomi grazie ad un +3% di vendite rispetto al 2021. Fuori dal podio OPPO e VIVO, rispettivamente al quarto e quinto posto con numeri leggermente in calo. Staremo a vedere cosa succederà da qui ai prossimi mesi. I grandi marchi sperano in un’inversione di tendenza, ma i numeri parlano di un fenomeno che probabilmente continuerà ad evolversi con questa tendenza negativa.