Il Digitale Terrestre fa tremare gli italiani: Ecco cosa sta accadendo

In questi ultimi tempi, il Digitale Terrestre sta dando problemi a migliaia di cittadini in tutta Italia. Ecco cosa bisogna fare per risolvere subito

Torniamo a parlare di Digitale Terrestre, uno dei temi più discussi degli ultimi tempi. Manca sempre meno al completamento dello switch off allo standard DVB-T2, che comporterà vantaggi immediati per tutti. Sia a livello di canali che di qualità, garantita in alta definizione e per tutti.

digitale terrestre 20220725 cellulari.it
Se state avendo problemi con la ricezione del segnale del Digitale Terrestre, ecco cosa dovete fare per risolvere subito (Unsplash)

Al fine di agganciare tutte le novità, bisognerà però avere a disposizione un TV o un decoder di ultima generazione. Da tempo il governo mette a disposizione un Bonus del valore di 100 euro. Intanto però, stanno arrivando segnalazioni in merito a problemi piuttosto gravi e che non garantiscono il funzionamento del Digitale Terrestre. Ecco cosa bisogna fare per risolvere subito.

Come risolvere i problemi con il Digitale Terrestre

digitale terrestre 20220725 cellulari.it
Ci sono tre possibili soluzioni che potrebbero semplificarvi la vita (Unsplash)

Nei giorni scorsi, il MISE ha pubblicato un comunicato stampa nel quale viene spiegato come i lavori previsti dalla roadmap si sono conclusi efficacemente. “Il 30 giugno sono terminate in tutta Italia le operazioni di riorganizzazione delle frequenze televisive per la liberazione della banda 700 MHz. Il refarming si è svolto nel rispetto del timing stabilito anche grazie al confronto continuo e alla proficua collaborazione sia con gli operatori e gli stakeholder di settore, sia con le varie amministrazioni (Regioni, Comuni, ecc.) interessate dai singoli passaggi”.

Non mancano però i problemi, legati al refarming che sta comportando problemi in alcune regioni italiane. Se anche a voi è capitato questo disguido, le soluzioni sono diverse. Una possibile ipotesi è il danneggiamento della vostra antenna, che magari deve essere posizionata nella giusta posizione. Oppure l’assenza di segnale. In questo caso vi consigliamo un amplificatore o un filtro LTE. Terza e ultima soluzione possibile la risintonizzazione dei canali, tramite il menu della TV o del decoder. I vari disguidi dovrebbero comunque venire risolti nel giro di pochi giorni, così da garantire ai cittadini il massimo della qualità video.