Huawei P50 Pocket, eleganza e novità software per conquistare il mercato dei pieghevoli

Il nuovo Huawei P50 Pocket si mostra in trasparenza in alcune immagini provenienti dalla rivista americana Harper’s Bazaar. Ecco le sue principali novità

Huawei P50 Pocket Immagini
Huawei P50 Pocket protagonista della rivista Harper’s Bazaar (Immagine by Android Authority)

Continuiamo a parlare di Huawei P50 Pocket, il nuovo smartphone pieghevole del colosso cinese in arrivo il prossimo 23 dicembre nei principali mercati asiatici. Le ultime informazioni accendono speranze in vista di un suo approdo anche in Europa (verosimilmente programmato entro la metà del 2022) e fanno chiarezza su alcune peculiarità distintive dell’atteso dispositivo, la cui musa ispiratrice appare ben delineata: la gamma Galaxy Z Flip di Samsung e, per certi versi, il Motorola Razr.

Come si evince da un inequivocabile tweet ufficiale, il nuovo smartphone Huawei sarà innanzitutto “compatto e potente“, potendo far sfoggio di un design a conchiglia impreziosito dalla presenza di uno schermo secondario da un pollice, collocato in questo caso in corrispondenza della scocca esterna del device. Pur non discostandosi troppo dal rivale di Samsung, Huawei P50 Pocket avrà comunque un display interno più grande (1,5 pollici in più) e presenterà cornici pressoché uniformi su tutt’e quattro i lati, per una soluzione stilisticamente ben congegnata.

Sul “motore” dello smartphone ci sono ancora dubbi, ma è probabile che ruoterà attorno all’accoppiata Qualcomm e HiSilicon, con il primo in vantaggio sul secondo chipset: in ogni caso, ci sarà la potenza necessaria per compiere in scioltezza le varie operazioni quotidiane, tenuto conto della sua appartenenza alla linea flagship Huawei P50 (anch’essa in predicato di debuttare in Europa, almeno secondo alcuni rumors).

LEGGI ANCHE>>>Pieghevoli, Samsung domina. Ma all’orizzonte ecco i competitor

Huawei P50 Pocket sarà animato da HarmonyOS

Huawei P50 Pocket Immagini
Huawei P50 Pocket nei render di Let’s Go Digital

L’elemento di maggiore interesse sarà tuttavia la fotocamera. La versione Pocket Edition degli smartphone Huawei di fascia alta metterà infatti in mostra un sensore principale da 50 megapixel e due sensori secondari, rispettivamente da 13 e 8 megapixel. Ci aspettiamo, in questo senso, la solita ottimizzazione software del sodalizio cinese, da sempre uno dei produttori di smartphone più importanti lato fotografico.

LEGGI ANCHE>>>WhatsApp, come ascoltare con calma i messaggi vocali prima di inviarli

E poi la novità assoluta targata HarmonyOS. La nuova piattaforma proprietaria di Huawei sarà infatti la “chicca” più importante del prossimo progetto cinese e chissà che non sia proprio Huawei P50 Pocket a far da apripista all’esordio del sistema operativo anche in Europa. Staremo a vedere.