Huawei: farà concorrenza ad apple e google | La novità arriva anche in italia

Dopo una lunga attesa, a breve anche in Italia sarà disponibile il nuovo servizio Huawei Pay. Ecco tutto quello che c’è da sapere tra vantaggi e funzionamento dell’applicazione

Negli ultimi anni, hanno preso sempre più piede i cosiddetti wallet digitali. Basti pensare ad Apple Pay o al più recente Google Wallet, servizi che permettono di pagare direttamente dal proprio telefono con la carta di credito salvata. A breve se ne aggiungerà un altro, disponibile anche per gli utenti italiani e con innumerevoli vantaggi.

huawei pay 20220727 cellulari.it
Dopo una lunga attesa, finalmente Huawei Pay sta per arrivare anche in Italia con tantissime novità (screenshot)

Stiamo parlando di Huawei Pay, del quale se ne parla da tempo tra funzionalità aggiuntive e servizi extra. Grazie alla collaborazione con Intesa Sanpaolo e Bancomat, finalmente anche in Italia dovremmo esserci per il rollout a livello nazionale. Tutti i dispositivi e smartphone del marchio cinese potranno sfruttare un wallet di pagamento per le transazioni contactless.

Huawei Pay in Italia, ecco tutto quello che c’è da sapere

huawei pay 20220727 cellulari.it
Il tutto grazie alle collaborazioni con Intesa Sanpaolo e con Bancomat (Adobe Stock)

Il nuovo servizio Huawei Pay si appresta ad arrivare anche in Italia, dopo una lunga serie di lavori e slittamenti vari. Si tratta di uno step importante quello compiuto dall’azienda cinese, che potrà affiancarsi così a Google Pay per fornire ai propri consumatori un servizio per i pagamenti contactless tramite smartphone. Per poterne usufruire, sarà necessario essere in possesso di una carta emessa da Intesa Sanpaolo su circuito PagoBancomat. L’utilizzo effettivo avviene semplicemente appoggiando il device al POS. Sarà poi possibile attivare la transazione con il tasto Paga.

Grande traguardo quello raggiunto anche da Bancomat, che finalmente può manifestare il suo enrollment. In parole povere, la digitalizzazione della carta nel wallet, semplicemente avvicinandola al device Huawei e sfruttando a pieno la connessione NFC. Ora bisognerà capire da quando si potrà effettivamente utilizzare il tutto, potendo così dire addio alla carta fisica da portare sempre con sé nel portafoglio personale. E soprattutto ci si attende un feedback da parte dei consumatori, per un servizio che probabilmente richiederà accorgimenti nel corso dei primi mesi.