Huawei, aggiornamento per Mate 40 Pro ecco le novità

Huawei
Huawei nuovo aggiornamento Mate 40 Pro (pixabay)

Huawei mostra la nuova linea top di gamma del settore. Inoltre viene presentato anche il Mate 40 Pro, prossimamente presentato anche in Italia ed Europa

Huawei nell’ultimo periodo ha svelato il mistero dietro i prodotti top di gamma. In testa al gruppo si trova il Mate 40 Pro, la punta di diamante dell’azienda cinese. Nonostante ancora non sia approdato in Europa è stato rilasciato subito un aggiornamento del software.

Nonostante il grosso impatto negativo a causa della decisone dell’America di negare forniture elettroniche all’azienda cinese, l’impegno e la dedizione hanno avuto la meglio. Il Mate 40 Pro è il figlio di questo lungo progetto nato senza il solito appoggio dei servizi di Google.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Italia e 5G, governo blocca affare Huawei-Fastweb: pressioni dagli USA

Huawei, il prima e il dopo di Mate 40 Pro

Huawei
Huawei nuovo aggiornamento Mate 40 Pro (pixabay)

Le sue caratteristiche si completano in un display OLED 6,7″ da 90Hz, RAM da 8 GB e memoria interna da 256 GB con la possibilità di espanderla con NM card. Le due fotocamere che costituiscono il dispositivo si dividono in due comparti.

Frontale:

  • 13 MP e possibilità 3D di sboccare con il volto

Posteriore:

  • Principale 50 MP
  • Grandangolo 20 MP
  • Teleobiettivo 12 MP

Rappresenta il dispositivo dell’azienda migliore e più potente di sempre. Difatti vanta una CPU Kirin 9.000 a 5nm e tecnologia 5G. Le fotocamere presenti sul dispositivo hanno il privilegio di essere create insiemistici a Leica completate da funzionalità quali Steady Shot, Tracking Shot e Story Creator.

Il nuovo aggiornamento rilasciato, versione 11.0.0.123, migliora la EMUI basata su Android 10. Occupa uno spazio di circa 840 MB ed apporta un cambiamento sostanziale proprio a livello di registrazione video. Si tratta nello specifico della funzione dual-view e un potenziamento dell’editor per le modifiche video.

Tale aggiornamento è dedicato proprio al mercato europeo e, molto probabilmente, via OTA a chi lo ha acquistato nel momento del lancio.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI >>> Huawei, senza Google si apre la via a Docs e Petal Maps – VIDEO