Google Pixel, gravi problemi coi pagamenti dopo l’ultimo aggiornamento

In seguito all’ultimo aggiornamento di marzo, moltissimi utenti possessori di un Google Pixel stanno segnalando problemi coi pagamenti contactless

Solamente qualche giorno fa, Google ha rilasciato l’aggiornamento ad Android 12L per i device della gamma Google Pixel e il Feature Drop del mese di marzo. Diversi i vantaggi per gli utenti, oltre ai classici fix dei problemi riscontrati nelle settimane passate.

google pixel 20220313 cellulari.it
Riscontrato un altro pesante bug nei Google Pixel dopo l’ultimo aggiornamento del software (Adobe Stock)

A quanto pare, però, un bug è sorto proprio in seguito all’installazione del nuovo software. Nello specifico, sempre più persone stanno segnalando problemi nell’utilizzo dei pagamenti contactless tramite NFC. “Il tuo telefono non soddisfa gli standard software richiesti” il messaggio d’errore che spunta ogni qualvolta si prova ad effettuare un acquisto tramite Google Pay.

Google Pixel e i problemi con l’NFC, cosa sta succedendo

google pixel 20220313 cellulari.it
Non è possibile effettuare pagamenti contactless su Google Pay sfruttando il sistema NFC. Questo il messaggio d’errore (screenshot)

Tra post nel forum di supporto ufficiale Google e thread aperti su Reddit, sono già centinaia le segnalazioni arrivate in merito ad un bug che ha colpito i Google Pixel. Dopo l’ultimo aggiornamento software di marzo, pare non sia possibile effettuare pagamenti contactless tramite NFC. “Non puoi pagare con questo dispositivo. Potrebbe essere rootato o eseguire software non certificato. Contatta il produttore del tuo dispositivo o visita la guida di Google Pay per ulteriori informazioni. Puoi comunque utilizzare Google Pay per pagare online” si legge nel messaggio di errore.

Ricordiamo che Android 12L e il Feature Drop di marzo sono stati rilasciati nei giorni scorsi per Google Pixel 4a, Pixel 4a 5G e Pixel 5. I più recenti Google Pixel 6 non sono invece ancora stati aggiornati e, visto il bug appena riscontrato, bisognerà probabilmente attendere prima che avvenga il rollout. Big G non si è ancora espressa ufficialmente a riguardo, ma non è da escludere che venga rilasciata una versione col fix del problema già nei prossimi giorni. Si susseguono dunque le lamentele nei confronti dell’azienda di Mountain View, che già nei mesi scorsi se l’è dovuta vedere con bug nel suo software di sistema.